“Alfabetizzare” gli extracomunitari per favorire il loro inserimento nel lavoro e nella società

Importante iniziativa di Obiettivo Lavoro a Desenzano

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Cen­tro e Sud Amer­i­ca, pic­coli sta­ti come San­to Domin­go o gigan­ti come Brasile e India; Africa e Magreb: da qui proven­gono gli extra­co­mu­ni­tari che, gra­zie all’iniziativa di Obi­et­ti­vo Lavoro, han­no potu­to seguire a Sirmione e, in prece­den­za, a Lona­to, un cor­so, total­mente gra­tu­ito, nell’ambito del prog­et­to Alfa­bet­iz­zazione all’inserimento e all’integrazione socio-lavo­ra­ti­va. Com’è noto, Obi­et­ti­vo Lavoro è la mag­giore e più impor­tante soci­età ital­iana nel set­tore del lavoro interi­nale, (ed uni­ca soci­età non prof­it di lavoro tem­po­ra­neo); è nata e si è svilup­pa­ta gra­zie ad un rap­por­to stret­to con i ter­ri­tori e con le forze sociali ed impren­di­to­ri­ali. Si trat­ta di una coop­er­a­ti­va alla quale sono asso­ciate attual­mente 440 imp­rese, che rap­p­re­sen­tano un panora­ma eco­nom­i­co ric­co e dis­tribuito in tut­ta Italia. Nel­la com­pagine soci­etaria di OL sono pre­sen­ti aziende e coop­er­a­tive ader­en­ti a Lega­coop, Com­pag­nia delle Opere, Con­f­co­op­er­a­tive, Cna e strut­ture di servizio di Acli, Cisl, Uil, Con­fe­ser­centi, Cispel.“Siamo parte del­lo svilup­po eco­nom­i­co del Paese – spie­ga il respon­s­abile bres­ciano del­la Soci­età, Arman­do Albiero – e vi con­tribuiamo con risul­tati impor­tan­ti: 98.000 lavo­ra­tori avviati dal 1998, oltre 8.000 imp­rese cli­en­ti. Le scelte di quali­ta’ di Obi­et­ti­vo Lavoro fan­no sì che 1 lavo­ra­tore su 3 ven­ga assun­to sta­bil­mente appe­na ter­mi­na­ta la mis­sione. Entro i 12–18 mesi suc­ces­sivi, più del 70% dei nos­tri avviati risul­ta occu­pa­to a tem­po indeterminato”.“L’impegno, che si espli­ca den­tro e per le imp­rese, è quel­lo di val­oriz­zare tut­to il pos­i­ti­vo che esprime l’uo­mo, non solo nell’economia: nel­l’azione polit­i­ca, nel dial­o­go tra cul­ture ed etnie diverse, nel­la for­mazione. Insom­ma, attra­ver­so il lavoro un’au­t­en­ti­ca edu­cazione alla costruzione di una soci­età” pros­egue Albiero.E’ anche in ques­ta luce che va let­ta l’iniziativa del cor­so di alfa­bet­iz­zazione di Desen­zano nel­la con­vinzione che sia una neces­sità indero­ga­bile quel­la “di ripar­tire dal sis­tema educa­ti­vo e for­ma­ti­vo, affinché il lavo­ra­tore si educhi a costru­ire e non soltan­to a eseguire. È quin­di la cresci­ta del­la per­sona, più che lo svilup­po di regole attorno allo stes­so, che può far evol­vere — con­clude Arman­do Albiero – il sis­tema lavoro nel quale per­ciò inten­di­amo deb­ba venire favorito l’inserimento dei lavo­ra­tori extra­co­mu­ni­tari, pro­pe­deu­ti­co del loro inser­i­men­to a pieno tito­lo nel con­testo sociale”.

Parole chiave: