Quando i lavori? Martinelli ha fretta, Ardigò protesta. Fra novembre e dicembre galleria chiusa tra Limone e Riva. Tremosine rischia l’isolamento

La Gardesana divide i sindaci

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Novità e dub­bi per la Statale Garde­sana. Sono sta­ti defin­i­ti alcu­ni dei provved­i­men­ti antic­i­pati lo scor­so 27 set­tem­bre. Nei giorni scor­si, infat­ti, è sta­ta data notizia del­la chiusura del­la stra­da nel set­tore più a nord del lago (tra Limone e Riva) da metà novem­bre fino a metà dicem­bre. Ver­ran­no real­iz­za­ti due piaz­za­li a nord e a sud del­la gal­le­ria di recente real­iz­zazione, quel­la costru­i­ta a tem­po di record e inau­gu­ra­ta dal pres­i­dente Car­lo Azeglio Ciampi ad inizio luglio. Quin­di, le opere saran­no sospese in con­comi­tan­za con le feste di Natale e . Fino a qui le certezze. Qualche inter­rog­a­ti­vo, invece, è anco­ra in sospe­so in mer­i­to alla ripresa dei lavori dopo l’in­ter­ruzione natal­izia. «Date sicure, per quel peri­o­do, anco­ra non ce ne sono. Dipen­derà dal­l’ap­pal­to e dal­l’im­pre­sa che si aggiu­dicherà i lavori. Nei giorni scor­si abbi­amo par­la­to con i tec­ni­ci: ora dob­bi­amo las­cia­re che sia la Provin­cia di Tren­to a pren­dere le sue deci­sioni». A par­lare è Giambat­tista Mar­tinel­li, sin­da­co di Limone, che attende sola­mente che i lavori inizino per­ché «qui si trat­ta di met­tere le basi per il nos­tro futuro. Se le opere sono fat­te bene, noi siamo d’ac­cor­do». Il bloc­co del­la stra­da sarà sen­z’al­tro totale nel peri­o­do del pri­mo inter­ven­to. La prob­a­bil­ità del bloc­co com­ple­to del traf­fi­co potrebbe ripeter­si anche nel­la ripresa dei lavori del 2002, quan­do le date saran­no più pre­cise. Nel frat­tem­po, qualche chilometro più a sud, poco pri­ma di imboc­care la gal­le­ria alle spalle di Cam­pi­one (per chi sale da Salò), pros­eguono i lavori a poca dis­tan­za dal­l’al­ber­go For­bisi­cle. Qui la chiusura è a orari: dalle 7,15 alle 8; dalle 8,15 alle 9; dalle 9,15 alle 10; dalle 10,15 alle 11; dalle 11,15 alle 12,30; dalle 14 alle 15; dalle 15,15 alle 16; dalle 16,15 alle 17; dalle 17,15 alle 18. Chiusura anche il saba­to mat­ti­na. La certez­za del­lo stop al traf­fi­co tra Limone e Riva, quin­di, andrà cer­ta­mente a creare qualche prob­le­ma, soprat­tut­to a Tremo­sine e Limone, un po’ meno a Tig­nale e Gargnano. Ad alzare la voce è soprat­tut­to Diego Ardigò, sin­da­co di Tremo­sine, che si imbat­te in una situ­azione par­ti­co­lare: «Ci tro­ver­e­mo a dovere affrontare con­tem­po­ranea­mente la chiusura ver­so Sud, For­bisi­cle, e quel­la a nord, Roc­chet­ta. Non solo. Come ave­va­mo sta­bil­i­to da tem­po, presto inizier­an­no i lavori anche sul­la stra­da provin­ciale tra il por­to di Tremo­sine e Pieve, il Capolu­o­go del Comune. Si ripete sem­pre la stes­sa sto­ria e sono arrab­bi­a­to: tut­ti gli inter­ven­ti si sovrap­pon­gono, sen­za la pos­si­bil­ità che l’au­torità locale ven­ga coin­vol­ta». Per i tremosi­ne­si o per col­oro che vogliono rag­giun­gere Tremo­sine, quin­di, per molte ore del­la gior­na­ta il col­lega­men­to con… il resto del mon­do sarà rap­p­re­sen­ta­to dal­la Provin­ciale Tig­nal­ga, tra la local­ità di Pol­zone e Pra­bione di Tig­nale, da dove si può scen­dere sul­la Garde­sana appe­na a nord di Gargnano. Ardigò ha altri motivi per protestare: «Ho scrit­to in Prefet­tura, lamen­tan­do­mi per quan­to accade a For­bisi­cle. Ci sono aper­ture a orari, ma spes­so questi non ven­gono rispet­tati. I nos­tri stu­den­ti delle supe­ri­ori che van­no a Riva o a Salò si tro­ver­an­no a dis­a­gio. Sti­amo stu­dian­do le mosse da fare con la . Sono parec­chi i tremosi­ne­si che si recano nel bas­so Trenti­no per lavoro. L’es­pe­rien­za e la sco­mod­ità dei mesi scor­si han­no las­ci­a­to il seg­no. Forse, peserà di meno l’in­ter­ruzione tra novem­bre e dicem­bre, ma quan­do i lavori ripren­der­an­no nei mesi inver­nali le dif­fi­coltà saran­no mag­giori». Anche Man­lio Bon­in­con­tri, pri­mo cit­tadi­no di Tig­nale, nutre per­p­lessità per la con­comi­tan­za del­la chiusura totale ver­so Riva con l’in­ter­ruzione in cor­so anche a For­bisi­cle, ma ammette che «la deci­sione era nel­l’aria, anche se si era det­to che era preferi­bile evitare la simul­tane­ità. D’al­tronde, lavo­rare in estate non è pos­si­bile, e noi abbi­amo chiesto all’Anas di non iniziare pri­ma di otto­bre. I prob­le­mi di Tig­nale, in ogni modo, sono mod­esti rispet­to a quel­li di altri comu­ni». Mar­cel­lo Fes­ta, sin­da­co di Gargnano, lamen­ta «dis­a­gi infe­ri­ori rispet­to a quel­li di altri Comu­ni. Ma i dis­a­gi ci sono, specie per gli arti­giani che si recano a lavo­rare in Trenti­no. Abbi­amo anche qualche stu­dente che fre­quen­ta scuole del­l’al­to lago. Tra non molto ci sarà un incon­tro tra sin­daci bena­cen­si per affrontare l’ar­go­men­to Garde­sana e, pos­si­bil­mente, chi­ud­ere la partita».

Parole chiave: -