Approvato il budget 2022 con 27 milioni di investimenti

L’Assemblea di Azienda Gardesana Servizi conferma all’unanimità il presidente Angelo Cresco e l’intero CDA

Di Redazione

Ques­ta mat­ti­na, l’Assemblea dei Soci di Azien­da Garde­sana Servizi ha con­fer­ma­to, con voto unanime, tut­ti i com­po­nen­ti del Con­siglio di Ammin­is­trazione uscente. Per­tan­to il Cda di AGS con­tin­uerà ad essere for­ma­to da Ange­lo Cresco, con­fer­ma­to come pres­i­dente, e dai con­siglieri Umber­to Chin­car­i­ni, Luca Simone Dal Prete, Luciana Sem­pre­bon e Vania Vicen­ti­ni.

La scelta del­la ricon­fer­ma nasce dal­la esi­gen­za di garan­tire la con­ti­nu­ità del­la attiv­ità di AGS Spa nel­lo svilup­po degli ambiziosi pro­gram­mi di inves­ti­men­to azien­dali che riguardano impor­tan­ti prog­et­ti in cor­so. Prog­et­ti che van­no dal­la ges­tione ordi­nar­ia e stra­or­di­nar­ia delle reti idriche e fog­nar­ie, alla depu­razione delle acque fino agli inter­ven­ti stra­or­di­nari come il rifaci­men­to del col­let­tore di gron­da e l’adeguamento delle reti alle infra­strut­ture del­la TAV, in fase di real­iz­zazione nei ter­ri­tori di Peschiera del Gar­da e Castel­n­uo­vo del Garda.

L’Assemblea dei Soci di Azien­da Garde­sana Servizi ha approva­to all’unanimità anche il bud­get per l’anno 2022. Il doc­u­men­to rac­chi­ude le pre­vi­sioni di natu­ra eco­nom­i­ca, pat­ri­mo­ni­ale e di pro­gram­mazione degli inves­ti­men­ti per l’anno in corso.

La pro­gram­mazione degli inves­ti­men­ti che prevede, ad oggi, un totale di 27 mil­ioni di euro per il solo anno 2022, sarà ogget­to nei prossi­mi mesi di rias­set­to in occa­sione dell’approvazione del Pro­gram­ma degli Inter­ven­ti da parte del Con­siglio di Baci­no dell’Ato Veronese, Ente di Gov­er­no del Servizio Idri­co nel­la Provin­cia di Verona, che ha tra le pro­prie com­pe­ten­ze anche la pro­gram­mazione degli inves­ti­men­ti sul territorio.

Per quan­to riguar­da la pro­gram­mazione delle opere, dell’esercizio in cor­so (quadri­en­nio 2020–2023), la riu­nione dell’Assemblea è sta­ta l’occasione per illus­trare ai sin­daci soci lo sta­to di avan­za­men­to dei lavori che vede con­fer­mati gli obi­et­tivi pre­fis­sati ed, in par­ti­co­lare, quel­li riguardan­ti le opere di rifaci­men­to del col­let­tore del lago di Gar­da e le opere per la risoluzione delle inter­feren­ze legate al pas­sag­gio del­la TAV nei ter­ri­tori dei Comu­ni soci di AGS.

Dal pun­to di vista eco­nom­i­co, il quadro gen­erale di spe­sa già approva­to dal Cda di AGS Spa nelle scorse set­ti­mane, pur tenen­do in con­sid­er­azione la situ­azione gen­erale dell’aumento dei costi in ogni set­tore, non potrà non risen­tire dell’ulteriore accel­er­azione dei prezzi di questi ulti­mi giorni dovu­ti alla del­i­ca­ta situ­azione geopo­lit­i­ca inter­nazionale, soprat­tut­to per quel che con­cerne le dinamiche di aumen­to dei costi ener­geti­ci e, in gen­erale, delle materie prime, che avran­no, a meno di repen­ti­ni ritorni alla nor­mal­ità, notev­ole inci­den­za sul­la mar­gin­al­ità e sui risul­tati d’esercizio di fine anno.

A con­clu­sione del­la sedu­ta, i sin­daci soci, ricon­fer­man­do la totale fidu­cia nell’operato del Cda, han­no aus­pi­ca­to che, nonos­tante il dif­fi­cile momen­to inter­nazionale che si sta viven­do, non ven­ga a man­care l’entusiasmo e la deter­mi­nazione sino ad oggi dimostra­ta anche nel­la prospet­ti­va delle future sfide che AGS Spa si accinge ad affrontare.

In par­ti­co­lare, c’è quel­la di fornire un sup­por­to con­cre­to all’operatività delle sin­gole Ammin­is­trazioni comu­nali, che riguardano diverse attiv­ità nell’ambito dei servizi, resi gra­zie alla recente cos­ti­tuzione del­la divi­sione ‘multi­u­til­i­ty’ (ges­tione sos­ta, pub­bli­ca illu­mi­nazione, calore ecc.) e, in ambito di igiene ambi­en­tale, la ges­tione dei rifiu­ti soli­di urbani nei ter­ri­tori servi­ti da AGS Spa (20 Comu­ni soci) come affi­datario del servizio in house pro­vid­ing da parte del Con­siglio di Baci­no Verona Nord.