Domani per tutta la giornata Cento Associazioni si presentano al pubblico

Lo sport sfila sul lungolago

30/09/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Domani, 1 otto­bre, dalle ore 10.30 alle 17.30, Salò vivrà la gior­na­ta delle “Cen­toAs­so­ci­azioni”, giun­ta alla sec­on­da edi­zione. Grup­pi cul­tur­ali, sportivi e di volon­tari­a­to saran­no pre­sen­ti sul lun­go­la­go e nelle vie del cen­tro stori­co, dalle ore 10.30 alle 17.30, per illus­trare la loro attiv­ità. Non mancherà lo spettacolo.La Polisporti­va Lib­er­tas spiegherà i cor­si di dan­za clas­si­ca e mod­er­na, di gin­nas­ti­ca, scher­ma, pallavo­lo, bas­ket e cal­cio. Poi la Robur Bar­bara­no (atlet­i­ca leg­gera), la Bena­co cal­cio, la Can­ot­tieri (vela, nuo­to, can­ot­tag­gio, pal­lan­uo­to), l’Ar­ci (karatè, aer­o­bi­ca, mod­el­lis­mo, musi­ca, bal­lo), la soci­età di pesca sporti­va, il CAI (sci, alpin­is­mo), gli di Vil­la, Serni­ga e del capolu­o­go, la Mas (moto­nau­ti­ca asso­ci­azione Salò, che orga­niz­za la cop­pa del­l’Oltran­za a Mader­no), l’As­so­ci­azione Home­rus (vela per non veden­ti), i (can­ot­tag­gio), il Ten­nis club di Roè Volciano.Un altro set­tore com­prende l’Ac­cad­e­mia di musi­ca S. Car­lo (cor­si stru­men­tali, teori­ci, lezioni-con­cer­to, sag­gi), il coro poli­fon­i­co ‘Mulieris vox , com­pos­to solo da voci fem­minili, quel­lo del­la Cap­pel­la del Duo­mo, la Ban­da cit­tad­i­na e quel­la di Roè, la “Man­dolin­is­ti­ca del Bena­co”, la corale “San­ta Cecil­ia” di Mader­no, gli Ami­ci del­l’arte (mostre, gite, cor­si di pit­tura), gli Astro­fili (osser­vazioni al tele­sco­pio), il “Teatro dei Lumi”, guida­to da Marzio Manen­ti, l’Osser­va­to­rio metere­o­logi­co e la stazione sis­mi­ca Pio Bot­toni”, la “Corte” (taroc­chi, brico­lage, astrolo­gia, musi­ca, dis­eg­no, feste, stu­dio delle lingue, natur­opa­tia), lo Stu­dio Dan­za di Rossel­la Schi­avoni, i Radioam­a­tori e l’As­so­ci­azione radio d’e­poca (si ded­i­ca alla collezione e al restau­ro dei vec­chi apparec­chi casal­inghi, aut­en­ti­ci mobili d’arte), “Con­trasti” (per una vita sana), il carosel­lo stori­co “Tre leoni” di Fran­co Bel­li, che parte­ci­pa alla rie­vo­cazione di battaglie storiche, l’As­so­ci­azione dei in con­ge­do (la sezione di Gar­done Riv­iera con­tribuisce, ad esem­pio, a garan­tire la vig­i­lan­za ali inter­no del Vit­to­ri­ale), ;li , la Soci­età di mutu­osoc­cor­so arti­giana e opera­ia, l’As­so­ci­azione Garda-Balaton.E anco­ra: le Guardie eco­logiche volon­tarie (con­trol­lano il ter­ri­to­rio e accom­pa­g­nano gli stu-; den­ti in escur­sioni sul medio-alto lago); l’Asar, l’As­so­ci­azione stori­co arche­o­log­i­ca del­la Riv­iera, pre­siedu­ta da MirellaS­cud­el­lari (cam­pagne dis­ca­vo, con­veg­ni, sup­por­ti didat­ti­ci alle scuote, col­lab­o­razione nelle ricerche d’archiv­io); il Comi­ta­to Valle del Bar­bara­no (pro­mozione e recu­pero del ter­ri­to­rio); gli Ami­ci del Gol­fo | (tutela delle acque, riqual­i­fi­cazione delle aree dema­niali, creazione di nuove spi­agge e del per­cor­so pedonale dalle Tavine alla Can­ot­tieri); la Lega Ambi­ente; il Grup­po ami­ci del monte Piz­zo­co­lo; il Cen­tro nat­u­ral­is­ti­co “La roc­ca”, che orga­niz­za sul­la .A liv­el­lo di assis­ten­za, ricor­diamo il Grup­po di sol­i­da­ri­età (segue gli anziani a domi­cilio o nel­la casa di riposo), il Comi­ta­to di ges­tione del Cen­tro i sociale “I pini”, il Club alcol­isti in trat­ta­men­to, la Cor­da­ta, “Don­na per Don­na” (aiu­ta le donne oper­ate al seno a recu­per­are), i Pen­sion­ati, il Tri­bunale per i dirit­ti del mala­to, i Volon­tari di Gian­fran­co Rodel­la, l’As­so­ci­azione ital­iana soc­cor­ri­tori (orga­niz­za cor­si per spie­gare alla gente le modal­ità di inter­ven­to nel caso di inci­den­ti), “Valte­n­e­si soc­cor­so”, l’, la IX com­pren­so­rio (entra in azione nel caso di calamità, ma effet­tua anche a man­i­fes­tazioni e gare). Nel cam­po del­l’istruzione, la Scuo­la bottega.Per ogni grup­po, che svolge attiv­ità di impeg­no sociale, cul­tur­ale, sporti­vo, ricre­ati­vo, di tutela ambi­en­tale o pro­tezione civile, met­ti­amo a dis­po­sizione un tavo­lo e due seg­gi­ole — spie­ga Bruno Mar­coli, il con­sigliere pro­mo­tore del­l’inizia­ti­va -. Qual­cuno alle­stirà dei gaze­bo. L’ob­bi­et­ti­vo è di pre­sentare l’at­tiv­ità svol­ta; sen­za alcun taglio spet­ta­co­lare. Una sem­plice pro­mozione, su un pal­cosceni­co nat­u­rale. Un modo nuo­vo per far­si conoscere. L’an­no scor­so il suc­ces­so fu enorme, e più di diec­im­i­la per­sone affol­larono il cen­tro di Salò. La gior­na­ta ha il patrocinio dei comu­ni del­la zona”.Numerosi gli appun­ta­men­ti di con­torno. Il CAI, ad esem­pio, ter­rà eserci­tazioni di arrampi­ca­ta lib­era su una parete arti­fi­ciale, col­lo­ca­ta davan­ti a gia­rdi­no Pasi­ni. Nel piaz­za­le a lago, dietro l’ospedale, quel­li di “Con­trasti”, alle­sti­ran­no una pista di pat­ti­nag­gio e skate board, effet­tuan­do pure dimostrazioni coi fiori di car­ta. La ban­da di Roè si esi­birà in piaz­za Zanel­li. La “Corte” spiegherà il modo di restau­rare i mobili. Rober­to Nico­let­ti, pres­i­dente del­l’Ar­ci-let­tura, si sof­fer­merà sulle bib­lioteche invis­i­bili, vale a dire l’ed­i­to­ria minore. Ser­gio Ber-tasio suon­erà sot­to i por­ti­ci. In piaz­za Zanardel­li si svol­gerà una gara di bal­lo. La Can­ot­tiere met­terà a dis­po­sizione una bar­ca, un Asso. I Volon­tari porter­an­no un remor­gometro. La Robur ter­rà una pro­va di atlet­i­ca, nel­l’area del Tip Tap. Alle ore 18 la ban­da, in para­ta, chi­ud­erà la manifestazione.