Una grande assemblea cittadina per parlare dei problemi di sicurezza e criminalità a Desenzano.

Problemi? Parliamone in pubblico

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Una grande assemblea cittadina per parlare dei problemi di sicurezza e criminalità a Desenzano.La richiesta proviene dal capogruppo della Lega Nord, Rino Polloni, ed è stata accolta da tutti i capigruppo del Consiglio comunale desenzanese, che dedicherà all’argomento una speciale seduta «aperta» il prossimo 21 luglio, a Palazzo Todeschini.Seduta «aperta» del Consiglio comunale significa che a luglio tutta la cittadinanza potrà per una volta prendere la parola, attraverso le sue associazioni e i comitati spontanei. E nell’auspicio dei consiglieri, interverranno anche i rappresentanti delle forze dell’ordine, locali e non.Ma esiste davvero un problema-criminalità a Desenzano? la cittadina non è il Bronx, la vita scorre relativamente tranquilla. Ma è vero che episodi e situazioni allarmanti si stanno manifestando in misura crescente. E’ lungo, l’elenco degli episodi che hanno convinto Polloni a chiedere un’assemblea cittadina: un bollettino che riassume un anno di cronaca nera desenzanese.E’ una lista impossibile da leggere d’un fiato. Ma eccola qua: «Ai primi di luglio ’99, a seguito di una lite tra albanesi c’è stato un accoltellamento di un extracomunitario in via Roma, dunque in pieno centro. Una settimana dopo, in una rissa tra marocchini scoppiata nel parcheggio del cimitero, c’è stato un ferito grave. Il 19 agosto dello stesso anno, un ladro d’auto marocchino, dopo aver rubato una macchina e imboccato la tangenziale inseguito dalla Polizia, sbandava uccidendo così tré persone e ferendone altre due».E il sinistro bollettino redatto da Polloni prosegue ancora: «I commercianti del centro storico sono esasperati dalla prepotenza dei venditori abusivi, che espongono le loro mercanzie davanti alle vetrine delle attività commerciali. Una lettera di protesta con allegate numerose firme è stata inviata al sindaco di Desenzano».E poi ancora: «Martedì 23 maggio, gli agenti di Polizia municipale e del Commissariato di pubblica sicurezza hanno intercettato, alla stazione ferroviaria, alcuni clandestini, che hanno opposto resistenza ai controlli, mandando tre agenti all’ospedale. Al parcheggio pubblico della Maratona, si è organizzata una banda di albanesi, che taglieggiano le persone minacciando chiunque si rifiuti di pagare il pizzo. Il 26 maggio, due persone residenti a Vaccarolo sono state aggredite e ferite davanti alla propria abitazione da un altro gruppo di albanesi. E per finire, la settimana dopo, a Rivoltella, in località Pigna, una famiglia è stata addormentata e svaligiata».Tanto è bastato per ottenere un’assemblea cittadina. Per sentire umori, opinioni, e ricette, l’appuntamento è alla sera del 21 luglio.

Valentino Rodolfi
Parole chiave:

Commenti

commenti