La Polizia stradale dopo 40 anni ha cambiato sede: si è trasferita in via Marconi. Dopo il picchetto inaugurale l’ispettore Cossa ha ricevuto la bandiera

Taglio del nastro per il distaccamento

22/12/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
f.d.c.

Era l’1 set­tem­bre 1960 quan­do a Mon­tichiari venne aper­to per la pri­ma vol­ta il dis­tac­ca­men­to del­la Polizia Stradale in via Cesare Bat­tisti. Dopo 41 anni è sta­ta inau­gu­ra­ta ieri la pri­ma sede com­ple­ta­mente nuo­va, costru­i­ta su un ter­reno mes­so a dis­po­sizione dal Comune di Mon­tichiari su un’area di 2200 metri qua­drati alla con­fluen­za tra le vie Mar­coni e via Bres­cia. Era­no pre­sen­ti le mas­sime autorità del­la zona, civili, mil­i­tari e reli­giose e non è man­ca­to un appel­lo, da parte del sin­da­co Gianan­to­nio Rosa «per riem­pire i posti vuoti e per fare in modo che ognuno svol­ga al meglio il pro­prio com­pi­to in un ter­ri­to­rio in fer­men­to, con una forte crim­i­nal­ità ed una immi­grazione incon­trol­la­ta». Un chiaro richi­amo anche alla man­can­za di per­son­ale suf­fi­ciente «a garan­tire pien­amente la sicurez­za», in un’area in cui, come ha sot­to­lin­eato il diri­gente Ser­gio Basile «non solo è gravoso l’im­peg­no di con­trol­lo e pre­ven­zione su una vas­ta area stradale ed autostradale del­la Bas­sa bres­ciana, ma sono in fer­men­to cres­cente le attiv­ità col­le­gate al Cen­tro Fiera, all’Aero­por­to ed al futuro nuo­vo sta­dio del Bres­cia Cal­cio». Un pic­chet­to del­la Polizia ha reso gli onori alle 11, nel­l’am­pio locale sot­ter­ra­neo, men­tre il sin­da­co di Mon­tichiari con­seg­na­va la bandiera all’is­pet­tore capo Bruno Cos­sa, coman­dante del dis­tac­ca­men­to e suc­ces­si­va­mente si sono svolti l’alz­a­bandiera e la benedi­zione men­tre veni­vano into­nate da un’al­topar­lante le note del­l’In­no di Mameli. Parole toc­can­ti han­no avu­to l’a­bate di Mon­tichiari Fran­co Bertoni ed il cap­pel­lano mil­itare don Rober­to Fer­raz­zoni, nel ricor­dare il patrono del­la Polizia Stradale San Michele Arcan­ge­lo e la frase di San Pao­lo «abbi­ate la dig­nità del­lo Spir­i­to e siate un solo Cor­po». Il vice prefet­to Gae­tano Di Tota ha infine taglia­to il nas­tro, con l’aiu­to di due bam­bi­ni, sim­bo­lo del­la sper­an­za che cresca una «Comu­nità di uomi­ni liberi». Sono segui­ti un rin­fres­co e la visi­ta ai locali per i numerosi vis­i­ta­tori convenuti.