In 22 cantine degustazioni e visite guidate alla scoperta delle peculiarità del Garda classico. I sapori dell’autunno e i colori della vendemmia si fondono nuovamente nel circuito enogastronomico

Una domenica inebriantefra i «Profumi di Mosto»

12/10/2007 in Attualità
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo

É fis­sato per domeni­ca l’ormai tradizionale appun­ta­men­to con il cir­cuito enogas­tro­nom­i­co nelle can­tine del­la riv­iera bres­ciana del lago di Gar­da: una domeni­ca tra i sapori dell’autunno e i col­ori del­la , con degus­tazioni, tipic­ità e la mostra-con­cor­so orga­niz­za­ta dall’Associazione Ami­ci del­la Lib­era Accad­e­mia di Belle Arti.Un appun­ta­men­to divenu­to ormai imperdi­bile per un pub­bli­co sem­pre cres­cente di vis­i­ta­tori, che ogni anno, ad otto­bre, tor­na in Gar­da Clas­si­co per perder­si fra “Pro­fu­mi di Mosto”. Questo il nome del­la man­i­fes­tazione orga­niz­za­ta dal Con­sorzio per la tutela dei vini del Gar­da Clas­si­co ed arriva­ta quest’anno alla sua ses­ta edizione.La for­mu­la, in quan­to vin­cente, non cam­bia, e sarà anco­ra una vol­ta basa­ta sul­la pro­pos­ta di un goloso cir­cuito in ben 22 can­tine del ter­ri­to­rio di rifer­i­men­to del Gar­da Clas­si­co. Qui, i vis­i­ta­tori tro­ver­an­no non solo i col­ori ed i pro­fu­mi del­la vendem­mia, ma anche i sapori del ter­ri­to­rio: ogni azien­da pro­por­rà infat­ti in degus­tazione un abbina­to ad una spe­cial­ità gas­tro­nom­i­ca, dai del ter­ri­to­rio come for­mag­gi e salu­mi fino ai piat­ti del­la tradizione rurale gardesana.Ad ogni tap­pa del­la rasseg­na eno­log­i­ca sarà pos­si­bile incon­trare diret­ta­mente i pro­dut­tori, far­si guidare nel­la visi­ta alle can­tine e spie­gare la filosofia pro­dut­ti­va e le pecu­liar­ità del Gar­da Clas­si­co, in un itin­er­ario che con­sen­tirà anche di appro­fondire la conoscen­za del ter­ri­to­rio e delle sue carat­ter­is­tiche storico-ambientali.Ad arric­chire la pro­pos­ta delle can­tine con un pre­ciso e spic­ca­to con­tenu­to di carat­tere artis­ti­co-cul­tur­ale saran­no, l’Associazione Ami­ci del­la Laba e la Lib­era Accad­e­mia delle Belle Arti, che quest’anno han­no orga­niz­za­to una mostra-con­cor­so: 16 artisti esporran­no un’opera sul tema “Dion­iso e Apol­lo” prece­den­te­mente selezion­a­ta da una giuria di esper­ti, ed alle­sti­ran­no una loro pic­co­la per­son­ale. Inoltre, altri 6 artisti, tra cui alcu­ni docen­ti dell’Accademia e mem­bri del con­siglio dell’Associazione, esporran­no opere fuori con­cor­so in altre can­tine. A segui­to dell’evento, un’ulteriore giuria asseg­n­erà un pri­mo ed un sec­on­do pre­mio rispet­ti­va­mente di 2.000 e 1.000 euro.Per parte­ci­pare alla ses­ta edi­zione di “Pro­fu­mi di Mosto” è nec­es­sario acquistare un car­net di degus­tazione al cos­to di 20 euro nel­la pri­ma can­ti­na vis­i­ta­ta: all’acquisto ver­rà con­seg­na­ta una sac­ca con­te­nente un bic­chiere da degus­tazione da uti­liz­zare durante l’enopercorso.Ogni car­net è vali­do per una sola per­sona, e dà dirit­to all’ingresso a tutte le 22 can­tine ader­en­ti all’iniziativa.Per infor­mazioni più det­tagli­ate si può con­tattare il numero 348–8945040, o con­sultare il sito www.gardaclassico.it.

Parole chiave: - -