Concluse le operazioni di bonifica

Uno scoppio, eliminate altre 36 bombe d’aereo

20/07/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Defin­i­ti­va­mente con­clu­so il recu­pero e la dis­truzione delle 76 bombe d’aereo che, da oltre 55 anni, giace­vano in fon­do al Gar­da, a Lugana. Un’operazione di bonifi­ca prepara­ta ed ese­gui­ta con notev­ole spie­ga­men­to di forze che in più occa­sioni, nelle due gior­nate di lavoro (mart­edì e ieri) han­no provve­du­to a bloc­care, anche se per peri­o­di di pochi minu­ti, il tran­si­to lun­go la statale: 40 bombe nel­la pri­ma mat­ti­na­ta e 36 nel­la sec­on­da tutte recu­per­ate ad una pro­fon­dità di 7/8 metri e trasportate in un vici­no cam­po dove era­no state cre­ate delle buche di oltre due metri di pro­fon­dità entro le quali veni­vano calati quat­tro pezzi ricop­er­ti da sac­chi di sab­bia e da ter­reno. Poi con una mic­cia a lenta com­bus­tione veni­va avvi­a­to il mec­ca­n­is­mo esplo­si­vo, forza­to con l’utilizzo di saponette di tri­to­lo posizion­ate davan­ti ad ogni bom­ba. Una serie di 10 bot­ti nel­la pri­ma gior­na­ta e 9 ieri quan­do, alle 10,30 veni­va dichiara­ta, dal cap­i­tano Fran­co Giandino­to del­la com­pag­nia dei di Desen­zano, che ha segui­to in ogni momen­to tutte le varie fasi oper­a­tive, con­clusa l’intera operazione.

Parole chiave: