Castiglione, cava del Pirata: sì del Tar alla bonifica

Via libera al Comune

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Germano Bignotti

Il comune di Cas­tiglione delle Stiviere con­tin­uerà nel pro­prio prog­et­to di bonifi­ca del­la cava del Pira­ta. Nonos­tante il ricor­so al Tar del pro­pri­etario del­l’area inquina­ta di Cas­tiglione, il tri­bunale ammin­is­tra­ti­vo regionale, sezione di Bres­cia, ha deciso di non sospendere i provved­i­men­ti assun­ti dal Comune ed ha dato via lib­era all’­ef­fet­tuazione delle anal­isi e dei rilievi in loco.La sen­ten­za, in mer­i­to alla richi­es­ta di sospen­si­va avan­za­ta dal pro­pri­etario del­la cava del Pira­ta, è sta­ta emes­sa dal pres­i­dente del tri­bunale di Bres­cia ven­erdì, ma è sta­ta resa nota uffi­cial­mente soltan­to ieri.L’amministrazione, nei giorni scor­si, ave­va emes­so un provved­i­men­to di occu­pazione del­l’area Cava del Pira­ta, per per­me­t­tere ai suoi tec­ni­ci di entrare nel­la pro­pri­età pri­va­ta ed effet­tuare i rilievi che sono nec­es­sari al prog­et­to esecutivo.A questo provved­i­men­to si era oppos­to con un ricor­so al Tar il pro­pri­etario del­l’area. La sod­dis­fazione per ques­ta sen­ten­za è sta­ta espres­sa dal­l’asses­sore all’e­colo­gia del comune di Cas­tiglione David Beruf­fi, il quale ha con­fer­ma­to che l’am­min­is­trazione pros­eguirà sen­za soluzione di con­ti­nu­ità nel­la sua polit­i­ca di bonifi­ca delle zone inquinate del ter­ri­to­rio comu­nale, così come accorda­to con la : «Ci siamo impeg­nati con la nos­tra popo­lazione e con col­oro che ci han­no vota­to — ha det­to Beruf­fi — per portare avan­ti questi prog­et­ti che, sino a questo momen­to, era­no sta­ti tan­to dis­cus­si, ma mai risolti. La Regione ci ha con­ces­so dei con­tribu­ti e noi ci sti­amo muoven­do per portare avan­ti il prog­et­to di bonifi­ca. Il Tar, alla richi­es­ta di sospen­si­va del pro­pri­etario, che ha impug­na­to il nos­tro provved­i­men­to di occu­pazione del­la ex cava, ci ha dato ragione ed in questo modo ci per­me­tte di effet­tuare i rilievi nec­es­sari per il prog­et­to esecutivo.Per noi è la con­fer­ma di essere sul­la stra­da gius­ta di una bonifi­ca che, a dif­feren­za di quan­to sta­va per fare l’am­min­is­trazione de Pado­va — porterà il risana­men­to del­l’area sen­za con­cedere un’escav­azione ulteriore».Dopo il respon­so del Tar quin­di i tec­ni­ci incar­i­cati dal­l’am­min­is­trazione di Cas­tiglione potran­no entrare nel­la pro­pri­età prova­ta e con­tin­uare il pro­prio prog­et­to, effet­tuan­do tut­ti gli accer­ta­men­ti che sono loro necessari.Ad assis­tere il comune di Cas­tiglione in ques­ta prat­i­ca e nel con­trori­cor­so, è l’avvo­ca­to Lieto di Mantova.

Parole chiave: