venerdì, Luglio 19, 2024
HomeAttualitàAl pub o in discoteca con il bus-navetta
Da Pasqua a settembre, fino alle 4 del mattino, due pullmini garantiranno "strade sicure" anche a chi avrà alzato il gomito Una ventina di locali della zona stanno già organizzando il servizio

Al pub o in discoteca con il bus-navetta

Una serata con gli amici, qualche birra di troppo e poi il rientro casa in automobile: il prologo di un’infinità di incidenti che, ogni anno, sulle strade italiane causano migliaia di giovani vittime. Per cambiare questo tragico copione, i titolari di una quindicina di locali della nostra zona si sono uniti per dare il via ad un servizio di bus-navetta gratuito che, da Pasqua, potrà essere utilizzato dai clienti: potranno divertirsi e magari tornare a casa un po’ brilli, ma senza doversi mettere al volante.«Intendiamoci – spiega Michele Armani, titolare del Caffè Italia e tra i promotori dell’iniziativa – non è che vogliamo invitare a bere. È solo un modo per rendere più sicure le serate: basta dare un’occhiata ai giornali per avere un’idea di quanti incidenti causa l’abuso di alcolici, senza contare le centinaia di patenti che vengono ritirate ogni anno per guida in stato d’ebbrezza». Il servizio, che sarà completamente gratuito, è ancora in fase di allestimento, ma, oltre al caffè Italia, a Riva hanno già aderito il pub All’Oca, il Caffé S. Marco, il pub Loch Ness, la Spaghetti Haus, il ristorante la Colombera, i residence Oasi e Garda, il bar Sunrise e il bar Giardino. Ad Arco, le adesioni sono arrivate dalla discoteca Euphoria (lo Spleen), dal ristorante Al Cocchio, dalla pizzeria California e dal pub Green Park mentre, a Nago-Torbole, anche il Wind’s Bar, il Jackie bar, il bar del Centro sportivo Le Busatte, la pizzeria La Prateria e il ristorante Le Terrazze della Luna hanno subito detto di sì all’iniziativa. Stesso discorso per La Cantina del Gato Borracho e la pizzeria Al Pirata di Limone. «Siamo parecchi, è vero – spiega Armani – ma speriamo che arrivino altri locali. Abbiamo raccolto già alcuni sponsor e il servizio, seppur in fase iniziale, è già stato abbozzato. L’idea è quello di avviarlo dalla prossima Pasqua e di portarlo a fine settembre: due automezzi da 7 posti ciascuno inizieranno il servizio alle 18 per terminare alle 4 del mattino. Passeranno da pub e ristornati ad intervalli di circa un’ora, raccogliendo i clienti che potranno o tornare “alle basi di partenza” (una a Riva e una a Torbole) oppure fermarsi negli altri locali. Nessun rischio d’incidenti o di “ritiro patente”. Niente macchina, niente problemi, insomma». Questo il programma iniziale, ma nuove adesioni e nuovi sponsor potrebbero far aumentare il numero degli automezzi e la frequenza dei passaggi. «I costi sono davvero alti – conclude Armani – e anche se il comune, attraverso l’assessore Marco Tanas, ha dato l’ok, non può intervenire con contributi».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video