lunedì, Luglio 22, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiCosì sarà la nuova funivia
Sono due le ditte che concorrono alla gara. Ora toccherà al consiglio di amministrazione valutare le offerte e fare le scelte.

Così sarà la nuova funivia

Sono due le ditte che concorrono alla gara per il rinnovo complessivo della funivia Malcesine-Tratto Spino. Al bando di concorso scaduto a mezzogiorno di martedì (30 gennaio) hanno presentato domanda di partecipazione la Holzl di Lana e la Leitner di Vipiteno. Toccherà ora al consiglio di amministrazione del consorzio funicolare presieduto da Giuseppe Venturini valutare le singole offerte e fare la scelta del caso. Una cosa è certa. Per non correre il rischio di perdere la stagione estiva del 2002 i lavori per la completa ristrutturazione dell’impianto di risalita dovranno iniziare quest’anno a settembre ed essere ultimati entro la fine di giugno del 2002. Tra le importanti innovazioni contemplate nel progetto spiccano le cabine rotanti e la costruzione di una sala multimediale e un parcheggio sotterraneo. Le conclusioni degli esperti diretti dal professor Mario Bonfioli dell’università di Trento hanno scartato l’ipotesi suggestiva di un impianto con cabine ad agganciamento automatico. Infatti se da un lato il progetto presentava alcuni vantaggi per le caratteristiche di flessibilità e di adeguamento alle più diverse condizioni di traffico, dall’altra sollevava alcune difficoltà, non indifferenti, quali il disboscamento di una lunga fascia di uliveto nel primo tronco Malcesine- San Michele. Sono state inoltre vagliate le difficili condizioni di recupero dei passeggeri lungo il secondo tronco in caso di avaria e la scarsa adattabilità dei clienti abituali della funivia (turisti a volte anziani o bambini, poco preparati ad affrontare la salita di veicoli in pur lento movimento). Infine, e ovviamente non per ultimo, è stata fatta attenzione ai costi: una funivia con cabine ad agganciamento automatico assumeva oneri ben superiori all’impianto di risalita che sarà invece costruito, sempre a bifune del tipo va e vieni ma a diversa capacità di portata. Il tutto per una spesa di circa 36 miliardi. A questa cifra vanno aggiunti i costi per la costruzione delle nuove infrastrutture (stazione a valle, intermedia e a monte) facendo lievitare l’intera operazione oltre quota 45 miliardi, di cui cinque per le sole cabine rotanti. «La nuova funivia», spiega l’ingegnere Mario Pedrotti progettista dell’impianto, «trasporterà 600 passeggeri all’ora (il triplo rispetto all’attuale, ndr) grazie a due diversi tipi di cabine. Nel primo tratto verranno utilizzate le tradizionali vetture con portata di 40 persone mentre nel secondo tronco (S. Michele – Tratto Spino) entreranno in funzione le cabine rotanti con capienza fino a ottanta unità. Un sistema che permetterà al passeggero durante la risalita di ammirare il paesaggio a 360 gradi grazie al lento movimento rotatorio del pavimento della cabina. Una soluzione unica in Italia e seconda in Europa. In tredici minuti verrà collegato il centro di Malcesine ai 1760 metri di Tratto Spino con un impianto costantemente tenuto sotto controllo e gestito da quattro differenti computer che visioneranno ogni funzione legata alla sicurezza. » Per quello che riguarda le infrastrutture la stazione di valle a Malcesine sarà accessibile direttamente dal sottostante parcheggio interrato, capace di contenere oltre 200 autovetture. Nella stazione intermedia di San Michele, motrice per entrambi i tronchi, verranno concentrati tutti i locali tecnici (sale macchine, cabina di trasformazione, officina, magazzini) ed è prevista anche una biglietteria. Infine l’attuale stazione di monte a Tratto Spino sarà affiancata da due edifici comunicanti adibiti uno a bar ristorante e l’altro a sala multimediale atta ad accogliere mostre, congressi, premiazioni di sci e non ultimo a fungere da ricovero in caso di maltempo. In questi edifici sono inoltre previsti il pronto soccorso, la scuola di sci e i servizi igienici per il pubblico.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video