Si alza il sipario sulla 28° edizione, in scena da venerdì 3 fino a lunedì 6 settembre. A Giorgio Calabrese, nutrizionista di fama mondiale e membro dell’Authority europea per la sicurezza alimentare, la prima edizione del premio “Olivo d’Oro” istituito d

AL VIA LA FIERA DI PUEGNAGO, VETRINA DEI SAPORI GARDESANI

01/09/2004 in Manifestazioni
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Prende il via oggi sot­to la stel­la del Doc, ver­tice di tipic­ità del panora­ma enoico garde­sano, la 28a edi­zione del­la Fiera dell’artigianato e dell’agricoltura del­la Valte­n­e­si e del­la Riv­iera del Gar­da bres­ciano: una man­i­fes­tazione che rien­tra a pieno tito­lo fra le tradizioni più amate del ter­ri­to­rio garde­sano, e che quest’anno tor­na in sce­na con­fer­man­do il prog­et­to di rin­no­va­men­to espres­so a par­tire dal­lo scor­so anno. “L’obiettivo – spie­ga il pres­i­dente del Comi­ta­to Fiera, Sil­vano Zanel­li -.è quel­lo di fare di Pueg­na­go una vet­ri­na qual­i­fi­ca­ta del­la pro­duzione agroal­i­menta­re del ter­ri­to­rio sen­za per questo tradire la vocazione più aut­en­ti­ca­mente popo­lare del­la Fiera. La tradizione sarà quin­di pien­amente rispet­ta­ta, ma nel con­tem­po cercher­e­mo di offrire numerosi momen­ti di appro­fondi­men­to sen­so­ri­ale e cul­tur­ale all’utenza più atten­ta e specializzata”.Tre i prodot­ti sui quali la man­i­fes­tazione pun­ta i pro­pri riflet­tori: il Grop­pel­lo, la Grap­pa e l’olioextravergine di oli­va. Ad ognuno di essi è ded­i­ca­ta un’intera gior­na­ta fit­ta di appun­ta­men­ti, con­veg­ni ed occa­sioni di degus­tazione, ogni prodot­to avrà un suo spazio espos­i­ti­vo ben delim­i­ta­to, orga­niz­za­to per le degus­tazioni e le espo­sizioni, e in piaz­za sarà atti­vo un servizio di ris­torazione di alta qual­ità cura­to dal­lo chef . Torner­an­no anche le “ser­ate del gus­to”, che con­clud­er­an­no cias­cu­na gior­na­ta con degus­tazioni ed appro­fondi­men­ti cul­tur­al-sen­so­ri­ali gui­dati da esper­ti di cias­cun set­tore. Ser­ate che saran­no a numero chiu­so e alle quali si potrà parte­ci­pare esclu­si­va­mente tramite preno­tazione, da effet­tuar­si alla seg­rete­ria del­la fiera (tel 0365–654312, E‑mail: uff_manifestazioni@libero.it ). Fra le pre­sen­ze di rilie­vo quel­la di Gior­gio Cal­abrese, che lunedì parteciperà al con­veg­no sul val­ore nutrizionale dell’olio d’oliva e ver­rà pre­mi­a­to con la pri­ma edi­zione del pre­mio Oli­vo d’Oro. Da seg­nalare anche, tra gli even­ti di spet­ta­co­lo, il con­cer­to dei Ric­chi e Poveri fis­sato per la ser­a­ta di domeni­ca 5 (ore 21, ingres­so gra­tu­ito). E saba­to le Dis­til­lerie Fran­ci­a­cor­ta pre­sen­ter­an­no il Forum Aqua­vi­tae, e cen­tro stu­di e pro­duzione sulle grap­pa e le acqua­vi­ti che si real­izzerà in Franciacorta.La fiera debut­ta quin­di all’insegna del Grop­pel­lo, espres­sione pri­maria del prin­ci­pale vit­ig­no autoctono del ter­ri­to­rio. Ad aprire la gior­na­ta saran­no le degus­tazioni per il con­cor­so “Grop­pel­lo-Men­zion d’Onore”, orga­niz­za­to in col­lab­o­razione con la Cam­era di Com­mer­cio: le pre­mi­azioni dei pro­dut­tori si ter­ran­no come di con­sue­to nel cor­so del­la cer­i­mo­nia inau­gu­rale di domenica.Alle 18, la pri­ma ser­a­ta del gus­to: Mat­teo Marenghi, coor­di­na­tore di “Vigne Vini”, mod­er­erà un incon­tro sul­la riscop­er­ta dei cosid­det­ti “vit­ig­ni antichi”, un grande pat­ri­mo­nio autoctono che anche sul ter­ri­to­rio bres­ciano esprime anco­ra uve e vini di grande pre­gio che purtrop­po rischi­ano l’estinzione. All’incontro parteciper­an­no il pro­fes­sor Attilio Scien­za, il pro­fes­sor Attilio Scien­za, Pro­fes­sore Ordi­nario di Viti­coltura pres­so il Dipar­ti­men­to di Pro­duzione Veg­e­tale del­la Facoltà di Agraria di , Pier­lui­gi Vil­la, diret­tore del Cen­tro Vitivini­co­lo Provin­ciale e dell’Ente Vini Bres­ciani, e Simone Maioli­ni dell’azienda agri­co­la Majoli­ni di Ome, recente pro­tag­o­nista di un esem­pio di “sal­vatag­gio” e val­oriz­zazione di un vit­ig­no anti­co del ter­ri­to­rio, la Maioli­na. Alla fine, gli ormai rari vini prodot­ti con vit­ig­ni antichi bres­ciani (Grop­pel­lo, ma anche Maioli­na, Inver­nen­ga, ed Erba­mat) incon­tr­eran­no i piat­ti di Car­lo Bres­ciani in una cena-degus­tazione gui­da­ta. La Fiera di Pueg­na­go, come det­to, man­ter­rà comunque intat­ta anche la sua carat­ter­iz­zazione più squisi­ta­mente popo­lare. Nel­lo stand gas­tro­nom­i­co le ser­ate saran­no carat­ter­iz­zate da un binomio ormai col­lauda­to for­ma­to da spiedo ed altri piat­ti del­la tradizione locale, musi­ca d’ascolto e bal­lo lis­cio. Da ricor­dare che il par­co fiera aprirà al pub­bli­co alle 18.Per ulte­ri­ori infor­mazioni e con­tat­ti: Uffi­cio Fiera- Tel. — tel 0365–654312E-mail: uff_manifestazioni@libero.it

Parole chiave: -