Prima pietra per la Casa di Riposo

Domani a Padenghe

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Si svol­gerà ven­erdì pomerig­gio, 2 aprile, ore 15.30, la cer­i­mo­nia uffi­ciale del­la posa del­la pri­ma pietra dei minial­log­gi pro­tet­ti e del cen­tro diurno inte­gra­to di Padenghe sul Gar­da. Un even­to, per questo Comune garde­sano, sec­on­do Comune per numero abi­tan­ti, dopo Maner­ba, del­la Valte­n­e­si, che va a sug­gel­lare un altro degli impeg­ni ammin­is­tra­tivi che la Giun­ta gui­da­ta da Gian­car­lo Alle­gri, ave­va più volte dichiara­to di vol­er real­iz­zare. Un’operazione ques­ta resa pos­si­bile anche gra­zie ad un accor­do siglato, attra­ver­so l’Assessorato ai , con la Casa di Riposo “F.lli Beretta”, pres­i­dente Malv­ina Zanardel­li. Fra gli accor­di sot­to­scrit­ti figu­ra anche una “con­ven­zione per la ges­tione di servizi sociali per anziani”. Il pro­gram­ma di ven­erdì prevede, dopo il rice­vi­men­to dei numerosi ospi­ti invi­tati e che in gran parte han­no dato la loro disponi­bil­ità ad essere pre­sente a ques­ta cer­i­mo­nia, la benedi­zione alla pri­ma pietra impar­ti­ta dal par­ro­co don Bruno. Alla pres­i­dente Zanardel­li il com­pi­to di porre il salu­to di ben­venu­to a cui farà segui­to l’intervento di Gian­car­lo Abel­li, Asses­sore regionale Famiglia e Sol­i­da­ri­età Sociale. Seguirà poi l’intervento dell’on. Adri­ano Paroli ed infine il salu­to del Pri­mo Cit­tadi­no, Gian­car­lo Alle­gri con­clud­erà la parte uffi­ciale dell’incontro. Una strut­tura, quel­la che ver­rà real­iz­za­ta che andrà ad affi­an­car­si alla casa di Riposo già esistente for­nen­do però nuove strut­ture e nuovi spazi sia per gli ospi­ti che anche per neces­sità san­i­tarie non solo di Padenghe ma anche degli abi­tati del­la Valte­n­e­si. Fra le carat­ter­icgìhe prin­ci­pali dell’intervento, nel pri­mo lot­to fig­u­ra­no 10 nuovi mini allog­gi pro­tet­ti per 20 anziani auto­suf­fi­ci­en­ti e parzial­mente non auto­suf­fi­ci­en­ti, con servizi sociali assis­ten­ziali e san­i­tari. Ver­rà real­iz­za­to pi un Cen­tro Diurno Inte­gra­to per 15 anziani per auto­suf­fi­ci­en­ti o parzial­mente auto­suf­fi­ci­en­ti. Nel­la strut­tura tro­verà spazio un ambu­la­to­rio per i medici di base e per even­tu­ali con­sulen­ze speci­fiche per la 3^ età (fisi­a­tra, internista, den­tista, ecc.). Ver­rà real­iz­za­to anche per un Cen­tro Diurno d’Aggregazione capace di ospitare una trenti­na di uten­ti e nel quale sarà pos­si­bile pran­zare e svol­gere attiv­ità di social­iz­zazione e tem­po libero. Infine di par­ti­co­lare inter­esse sarà la ricon­ver­sione del­la “Casa di Riposo” a “Comu­nità Allog­gio” per anziani auto­suf­fi­ci­en­ti e parzial­mente non auto­suf­fi­ci­en­ti o disabili.

Parole chiave: