Nei prossimi giorni arriveranno anche un convegno e una mostra di artisti valsabbini. Martedì un nuovo appuntamento con il «dèballage» al Centro fiera

Gavardo, l’antiquariato è servito

16/11/2003 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberta Goffi

Una mostra-mer­ca­to ded­i­ca­ta all’antiquariato e una rasseg­na pit­tor­i­ca: nei prossi­mi giorni, il Cen­tro fiera di Gavar­do offrirà in rap­i­da suc­ces­sione alcu­ni appun­ta­men­ti che gli appas­sion­ati non pos­sono perdere. A par­tire dal «dèbal­lage» di mart­edì, per pros­eguire con il con­veg­no ded­i­ca­to ai maestri valsab­bi­ni del­la pit­tura (in cal­en­dario per saba­to 29 novem­bre) e con la terza edi­zione del­la Rasseg­na d’arte e di anti­quar­i­a­to (che si svol­gerà dal 5 all’8 dicem­bre). Sono tut­ti appun­ta­men­ti allesti­ti per dare vita a un per­cor­so cul­tur­ale e artis­ti­co che vuole fare di Gavar­do un polo per la val­oriz­zazione dell’arte e dell’antico. L’idea del dèbal­lage, per esem­pio, è nata ispi­ran­dosi alla vic­i­na Fran­cia. Let­teral­mente la paro­la sig­nifi­ca «sbal­lare», cioè togliere dalle pro­tezioni per il trasporto le mer­ci pre­giate per piaz­zarle sul­la ban­car­el­la. In Fran­cia questo tipo di mer­ca­to, con la ven­di­ta in piaz­za di ogget­ti da collezione, è una con­sue­tu­dine. In Italia, invece, è pres­soché sconosci­u­to. «Solo Nove­gro () e Fos­sano (Cuneo) si sono cimen­tati in ques­ta sper­i­men­tazione — affer­ma Andrea Codur­ri, pres­i­dente dell’Ente fiera — e del resto, anche noi, quan­do lo scor­so 14 otto­bre abbi­amo orga­niz­za­to il pri­mo dèbal­lage qui al Palazzet­to del­lo sport di Gavar­do, erava­mo dei neo­fi­ti». L’iniziativa del mese scor­so ha ottenu­to un buon riscon­tro, con mer­can­ti d’arte arrivati persi­no da Napoli. E mart­edì, dice­va­mo, ci sarà il sec­on­do appun­ta­men­to, speran­do che il tem­po sia più clemente del­la vol­ta scor­sa e che con­sen­ta ai poten­ziali acquiren­ti e ai curiosi di passeg­gia­re tran­quil­la­mente tra le file di ban­car­elle. Ma l’elenco delle man­i­fes­tazioni non si fer­merà qui, e l’equipe dell’Ente fiera dà un altro appun­ta­men­to, chia­man­do tut­ti gli inter­es­sati a rac­col­ta il 29 novem­bre per un sig­ni­fica­ti­vo incon­tro artis­ti­co: una con­feren­za-dibat­ti­to su «I maestri valsab­bi­ni Garo­sio, Stag­no­li, Tog­ni e il Nove­cen­to ital­iano». Inter­ver­ran­no Gian­net­to Valzel­li, Attilio Maz­za e Mau­r­izio Bernardel­li Curuz. I dip­in­ti degli stes­si tre artisti val­li­giani andran­no poi ad arric­chire la terza Rasseg­na d’arte e d’antiquariato di dicem­bre, che si tiene in col­lab­o­razione con il Club anti­quari bres­ciani e che, come sem­pre, rac­coglie i più qual­i­fi­cati espositori.

Parole chiave: