Ieri sera il cortile di palazzo Trecchi (Cr) di nuovo gremito; Domani Angelo Branduardi a Salò

17/07/2015 in Concerti
Di Luigi Del Pozzo

E’ fini­ta con la stand­ing ova­tion dei 500 spet­ta­tori rac­colti nel cor­tile di palaz­zo Trec­chi: l’e­si­bizione di Musi­ca Nuda, ieri sera, ha infi­amma­to il ter­zo appun­ta­men­to cre­monese del­la rasseg­na musi­cale Acque Dotte. Il duo for­ma­to dal­la can­tante Petra Mag­o­ni e dal con­tra­b­bassista Fer­ruc­cio Spinet­ti ha pesca­to a piene mani nel pro­prio immen­so reper­to­rio di cov­er, ‘per­son­al­iz­zate’ in chi­ave pop-jazz, pre­stando un’at­ten­zione speci­fi­ca al tema del­l’ac­qua, car­dine del­la rassegna.

Il fes­ti­val Acque Dotte, intan­to, non va in ferie. Domani sera a Salò Ange­lo Bran­d­uar­di sarà pro­tag­o­nista del con­cer­to La pul­ce d’acqua, tito­lo di uno dei suc­ces­si stori­ci del “men­estrel­lo” del panora­ma musi­cale ital­iano, can­tau­tore, vio­lin­ista, chi­tar­rista e pluristru­men­tista che ha saputo aggiun­gere una voce stra­or­di­nar­i­a­mente nuo­va e orig­i­nale al panora­ma can­tau­torale guardan­do al pas­sato, alla musi­ca popo­lare ed etni­ca, e mixan­do il tut­to in uno stile asso­lu­ta­mente per­son­ale che dopo oltre quarant’anni di car­ri­era è in gra­do anco­ra di sor­pren­dere e creare mer­av­igliose sug­ges­tioni. Bran­d­uar­di sarà in sce­na in piaz­za del­la Vit­to­ria (ore 21.30, ingres­so gra­tu­ito) affi­an­ca­to dal­la band for­ma­ta da Michele Ascolese (chi­tar­ra elet­tri­ca e acus­ti­ca), Ste­fano Oli­va­to (con­tra­b­bas­so, bas­so e armon­i­ca a boc­ca), Leonar­do Pieri (tastiere e fisa) e Davide Ragaz­zoni (bat­te­ria e percussioni).