Da un anno i 260 allievi della scuola media Tarello sono protagonisti di un progetto dedicato alla conoscenza degli altri popoli.

In aiuto del Senegal

06/05/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Da un anno i 260 allievi del­la scuo­la media Tarel­lo sono pro­tag­o­nisti di un prog­et­to ded­i­ca­to alla conoscen­za degli altri popoli. «In par­ti­co­lare — spie­ga la prof. Mar­i­ani — ci siamo riv­olti alle cul­ture fran­co­fone. Già lo scor­so anno sco­las­ti­co ave­va­mo avvi­a­to con­tat­ti di cor­rispon­den­za con gio­vani res­i­den­ti in Fran­cia e in altri Pae­si. Quest’anno tutte le clas­si han­no pun­ta­to sul­la conoscen­za del Sene­gal». Alle lezioni in classe sono segui­ti incon­tri. La scuo­la ha poi scop­er­to l’Operazione Africa idea­ta dall’Irsae Lom­bar­dia che ha avvi­a­to scam­bi cul­tur­ali e tec­no­logi­ci con i Pae­si in via di svilup­po e ha atti­va­to una col­lab­o­razione con il cen­tro inter­nazionale degli scam­bi dei gio­vani fra Europa e Sene­gal. Oggi al teatro Italia (ore 9.30) c’è un incon­tro al quale parteciper­an­no l’assessore all’Istruzione Fontana, il con­sole ono­rario del Sene­gal Lui­gi Ron­ca­to, il rap­p­re­sen­tante a Ginevra del cen­tro inter­nazionale degli scam­bi Papa Birame Mbour. Ci sarà un fra la scuo­la Tarel­lo ed una del Sene­gal. Gli alun­ni lonate­si invier­an­no ai col­leghi 6 computers.

Parole chiave: