Appaltati i lavori di completamento del palazzo di via Fantoni, che già ospita l’anagrafe e gli alpini. Occuperà il secondo piano. Poi arriverà la Polizia municipale

La Guardia costiera abiterà qui

16/02/2007 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

È sta­to asseg­na­to l’appalto per la sis­temazione del sec­on­do piano del­l’ed­i­fi­cio comu­nale di via Fan­toni, a Salò, fino a un paio di anni fa uti­liz­za­to dal liceo Enri­co Fer­mi, poi trasfer­i­tosi nel­la sede nuo­va a Campoverde.Bisogna effet­tuare una manuten­zione stra­or­di­nar­ia, rifare la cop­er­tu­ra, dis­tribuire diver­sa­mente gli spazi interni, real­iz­zare i servizi. I locali saran­no occu­pati dal­la Guardia costiera che, dopo essere rimas­ta a Gargnano fin dal suo arri­vo sul lago, in mag­gio-giug­no si trasferirà defin­i­ti­va­mente a Salò.Utilizzato come caser­ma dagli di una com­pag­nia del Battaglione «Roc­ca d’An­fo» e del «Vestone», l’immobile ha suc­ces­si­va­mente ospi­ta­to il dis­tret­to mil­itare e, nel peri­o­do del­la repub­bli­ca sociale ital­iana di Ben­i­to Mus­soli­ni, i repar­ti del­la divi­sione mobile «Ettore Muti» e del­la X Mas di Junio Vale­rio Borgh­ese. In segui­to è diven­ta­to la sede del­l’Is­ti­tu­to tec­ni­co Bat­tisti e poi del Liceo.Il mag­a­zz­i­no che esiste­va nel gia­rdi­no ospi­ta­va i camion e i mezzi dei Vig­ili del fuo­co volon­tari. E l’edificio sta diven­tan­do il con­teni­tore di numerose fun­zioni. L’amministrazione munic­i­pale, effet­tuati alcu­ni lavori di restau­ro (asta vin­ta per 213 mila euro da un’im­pre­sa edile sicil­iana, di San­ta Elis­a­bet­ta di Agri­gen­to, poi sub­ap­pal­tati alla Berto­let­ti Abl), ha cedu­to in comoda­to per 20 anni 250 metri qua­drati al piano ter­ra agli alpi­ni del­la Monte Suel­lo, la sezione che com­prende tut­ti i grup­pi del Gar­da bres­ciano e del­la Valle Sab­bia, e che, da parte sua, ha spe­so altri 80 mila euro.In novem­bre, al piano ter­ra (ma sul lato sin­istro, entran­do dal por­tone prin­ci­pale), è entra­to l’ufficio ana­grafe, sta­to civile ed elet­torale. Occu­pa una super­fi­cie di cen­to metri quadrati.Non tut­ti han­no con­di­vi­so ques­ta scelta. Molti, infat­ti, avreb­bero prefer­i­to che l’anagrafe rimanesse nel Palaz­zo sul lun­go­la­go, anziché essere decen­tra­to. Il sin­da­co Giampiero Cipani ha sem­pre sostenu­to di non vedere alcun prob­le­ma, tan­to più «che lì vici­no, sul­la cala­ta del Carmine, è pos­si­bile trovare un pos­to per parcheg­gia­re l’automobile», dice.Al pri­mo piano del fab­bri­ca­to sono già arrivati i del­la Comu­nità mon­tana par­co Alto Gar­da (han­no com­pe­ten­za su 22 local­ità, del­la riv­iera occi­den­tale del lago e del­la Valsab­bia), trasfer­i­ti dagli angusti locali nell’ex macel­lo alle Rive. Ora uti­liz­zano tre stanze, per 150 metri quadri. Si occu­pano dei prog­et­ti e dell’utilizzo dei fon­di pre­visti dalle leg­gi di set­tore, a favore di: scuole, famiglie, stranieri, tossi­codipen­den­ti, dis­abili, eccetera.Non anco­ra effet­tua­to, invece, il traslo­co degli uomi­ni del­la Polizia locale, che tut­ti con­tin­u­ano a chia­mare vig­ili urbani. Il coman­dante Ste­fano Tra­ver­so e i suoi avran­no a dis­po­sizione 240 metri qua­drati, che includono la sala riu­nioni, uti­liz­z­abile anche per i cor­si di aggior­na­men­to e le fun­zioni miste, la stan­za per il pub­bli­co, una mod­er­na sala oper­a­ti­va col sis­tema di videosorveg­lian­za che copre l’intero cen­tro stori­co, una pic­co­la cel­la di deten­zione per i casi di fer­mo di polizia, l’ufficio dell’assessore Nir­vana Grisi. Al momen­to, i vig­ili urbani restano nell’edificio a fian­co del­la chiesa di San Bernardi­no, delle poste e del vec­chio ospedale. Si trasferi­ran­no dopo che la «Zog­no costruzioni» avrà ese­gui­to l’intervento di sis­temazione del piano sopras­tante (500 mq. di super­fi­cie), dove entr­erà la Guardia costiera, che pagherà un canone di affit­to annuale di 43 mila euro. Il con­trat­to è sta­to sot­to­scrit­to con la , che si è fat­ta garante dell’operazione.In questi giorni, nel­la palestra, stan­no por­tan­do le loro barche i Volon­tari di Gian­fran­co Rodel­la. Gli angeli azzur­ri dispon­gono di un grup­po sporti­vo che prat­i­ca can­ot­tag­gio, e che negli ulti­mi anni era sta­to costret­to a chiedere ospi­tal­ità a privati.Riguardo alla ristrut­turazione immi­nente in via Fan­toni, l’impresa Zog­no di Travaglia­to si è aggiu­di­ca­ta i lavori con un rib­as­so del 13,90% sull’importo a base d’asta (278.251 euro, più oneri per l’attuazione dei piani di sicurez­za e Iva). Il tem­po per l’esecuzione è di tre mesi. In caso di ritar­do, è pre­vista una penale gior­naliera pari all’uno per mille. Respon­s­abile uni­co del pro­ced­i­men­to l’architetto Anna Gatti.