Desenzano, Rivoltella, Manerba, S.Felice

La scultura del ’900 in quattro mostre

25/10/2003 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Gaia Mombelli

Quat­tro comu­ni del Gar­da ospi­tano quat­tro scul­tori di fama euro­pea per una mostra che chi­ud­erà i bat­ten­ti domani sera. In occa­sione del­la chiusura del­la mostra ded­i­ca­ta alla scul­tura con­tem­po­ranea «Mec­ca­niche del­la mer­av­iglia», orga­niz­za­ta in col­lab­o­razione con la Stra­da dei vini del Gar­da Bres­ciano e la parte­ci­pazione dei Comu­ni di Desen­zano, San Felice, Pueg­na­go e Maner­ba, l’asses­so­ra­to alla Cul­tura del­la Provin­cia real­iz­za un incon­tro che intende coin­vol­gere gli artisti, i crit­i­ci, gli ammin­is­tra­tori e il mon­do del­la scuo­la, a cui la mostra si riv­olge in par­ti­co­lare. L’in­con­tro si svol­gerà nel­l’au­di­to­ri­um «Celesti» di Desen­zano oggi alle 18 e cul­min­erà con la pre­sen­tazione del «Con­cer­to in per­for­mance» di Pao­lo Icaro e Pao­lo Gia­ro. «Con­cer­to in per­for­mance è un’­opera a più mani — com­men­ta Albano Moran­di, cura­tore delle mostre — dal val­ore e dal sapore sinestesi­co, come da un pun­to di vista lin­guis­ti­co con­cer­to e per­for­mance sono generi che uti­liz­zano e sol­lecitano sen­si­bil­ità e modal­ità sen­so­ri­ali affat­to dif­fer­en­ti. La musi­ca, in questo caso, non è sot­to­fon­do né accom­pa­g­na­men­to ma spazio sonoro». Ded­i­ca­ta a quat­tro impor­tan­ti espo­nen­ti del­la scul­tura ital­iana ed euro­pea del ’900, ques­ta espo­sizione, sud­di­visa in quat­tro mostre per­son­ali, pone l’ac­cen­to più sulle diver­sità che non sulle somiglianze. Li acco­mu­na comunque un sen­so di mer­av­iglia che nasce dal­la sis­tem­at­i­ca volon­tà di pre­sentare sem­pre e comunque un prodot­to artis­ti­co che pon­ga nel­lo stu­pore il modo per atti­rare l’at­ten­zione del­lo spet­ta­tore, una maniera nuo­va e intel­li­gente per definire un pro­prio sen­so di vis­i­bil­ità delle cose. Le quat­tro mostre che com­pon­gono «Mec­ca­niche del­la Mer­av­iglia» — Pao­lo Icaro a Vil­la Brunati di Riv­oltel­la a Desen­zano, Pao­lo Mino­li nel­la Chiesa di S. Gio­van­ni Decol­la­to a Maner­ba, Fran­co Maz­zuc­chel­li nel Castel­lo di Pueg­na­go e Vladimir Sko­da alla Fon­dazione Cominel­li di Cisano di S. Felice — saran­no vis­itabili fino a domani 26 ottobre.