Questa sera prima rappresentazione di Carmen di Bizet

21/06/2014 in Senza categoria, Teatro
Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Opéra-comique in quat­tro atti su musi­ca di Georges Bizet e libret­to di Hen­ri Meil­hac e Ludovic Halévy, dal­la novel­la omon­i­ma di Pros­per Mérimée, è la sec­on­da opera più rap­p­re­sen­ta­ta all’Arena di Verona, con un totale di 226 ser­ate in 23 sta­gioni.

Quest’anno Car­men com­pie cent’anni dal­la sua pri­ma rap­p­re­sen­tazione nell’anfiteatro scaligero, avvenu­ta il 1 agos­to 1914.

Regia e scene sono a fir­ma del M° Fran­co Zef­firelli, con i cos­tu­mi di Anna Anni e la core­ografia fla­men­ca di El Cam­bo­rio ripresa da Lucia Real, per un alles­ti­men­to di grande suc­ces­so pro­pos­to in cartel­lone per ben 11 Fes­ti­val dal 1995 ad oggi, riv­is­i­ta­to nel­la mes­sa in sce­na nel 2009.

Ques­ta sera debut­ta sul podio dell’Arena di Verona il diret­tore ungherese Hen­rik Nánási.

Repliche: 26 giug­no ore 21.00 – 4, 10, 18, 25 luglio ore 21.00 – 1, 7, 14, 29 agos­to ore 20.45 – 3 set­tem­bre ore 20.45.

L’allestimento che Fran­co Zef­firelli ha real­iz­za­to per Car­men si sposa per­fet­ta­mente con i gran­di spazi dell’Arena di Verona, tan­to da essere anco­ra oggi atte­sis­si­mo dal pub­bli­co: sia per chi si las­cia affascinare dal ved­er­lo per la pri­ma vol­ta, sia per chi non si stan­ca mai di cer­care un nuo­vo par­ti­co­lare in una mes­sa in sce­na tan­to ric­ca quan­to den­sa di det­tagli real­is­ti­ci. L’ambientazione pen­sa­ta da Zef­firelli si sno­da infat­ti tra una serie di mirabili e col­oratis­si­mi quadri d’ambiente:
la piaz­za asso­la­ta di Siviglia, la tav­er­na di Lil­las Pas­tia, l’accampamento dei con­tra­b­bandieri tra sel­vag­gi dirupi, la Plaza de Toros nel giorno del­la cor­ri­da, al cui inter­no si muovono i carat­teri che dan­no cor­po alla vicen­da, un dram­ma mod­er­no fat­to di per­son­ag­gi veri.

Car­men è la don­na lib­era ed eman­ci­pa­ta, che non si las­cia incatenare da lega­mi eterni e indis­sol­u­bili per seguire il suo istin­to pien­amente fem­minile; Micaela incar­na per con­trasto il per­benis­mo pic­co­lo-borgh­ese, l’angelo del foco­lare con con­sue­tu­di­ni e tradizioni così ben rad­i­cate da trasfor­mar­la in una don­na forte, che sa andare a ripren­der­si il pro­prio uomo tra mon­ti e brig­an­ti, anche se sen­za suc­ces­so. Don José è invece la rap­p­re­sen­tazione del­la gelosia e del pos­ses­so, che non vede Car­men come un essere vivente altro da sé, ma come un ogget­to da possedere; Escamil­lo è il divo del momen­to, all’apice del suc­ces­so, il vin­cente che attrae tutte le donne e, per questo, Car­men non può farse­lo sfug­gire.

Pro­prio per questi trat­ti attualis­si­mi e uni­ver­sali Car­men è tra i melo­dram­mi più popo­lari al mon­do: la gitana che ammalia con il fas­ci­no del­la lib­ertà e che non conosce tabù è pro­tag­o­nista di una sto­ria che potrem­mo ritrovare oggi fra le cronache di delit­ti pas­sion­ali. Car­men è una don­na infedele, adora­bile, bugia­r­da e sedut­trice, con un cor­po che tra­su­da ero­tismo. E’ la don­na più ama­ta dagli uomi­ni, ma non vuole conoscere l’amore, che vede come “un uccelli­no ribelle”. Per questo por­ta chi se ne innamo­ra a pas­sioni incon­trol­la­bili ed alla fol­lia, fino al gesto estremo di Don José che la uccide, non poten­do ten­er­la soltan­to per sé.

Per la Pri­ma rap­p­re­sen­tazione di stasera darà voce alla pro­tag­o­nista Car­men Eka­te­ri­na SemenchukDon José sarà inter­pre­ta­to da Car­lo Ven­tre, il tore­ador Escamil­lo da Car­los Álvarez, men­tre vedremo nei pan­ni di Micaela Iri­na Lun­gu.

Com­ple­tano il cast: Francesca Micarel­li nel ruo­lo di Frasqui­taCristi­na Melis in Mer­cedesFed­eri­co Longhi come Dan­cairoPao­lo Antognetti in Remen­da­doSeung Pil Choi nei pan­ni di Zuni­ga e Francesco Ver­na in quel­li di Morales.

Impeg­nati Orches­tra, Coro, Cor­po di bal­lo – con i Pri­mi bal­leri­ni Tere­sa Strisci­ul­li, Amaya Ugarteche e Anto­nio Rus­so – e Tec­ni­ci dell’Arena di Verona, insieme ai gio­vani artisti del Coro di voci bianche A.LI.VE. diret­to da Pao­lo Fac­in­cani ed alla molti­tu­dine di com­parse che trasfor­mano l’Arena di Verona nel­la Siviglia dove si com­pie il dram­ma.

Per fes­teggia­re i 100 anni di Car­men in Are­na, stasera - saba­to 21 giug­no - l’opera di Bizet ver­rà trasmes­sa in diret­ta live dall’Arena di Verona su Clas­si­ca HD (Sky, canale 138) in esclu­si­va per tut­ti i cli­en­ti Sky, con il com­men­to di Sil­via Cor­bet­ta e la stra­or­di­nar­ia parte­ci­pazione di Elio, leader del grup­po Elio e le Sto­rie Tese. Il col­lega­men­to si aprirà alle ore 20.30 per con­durre i tele­spet­ta­tori alla scop­er­ta dell’opera con inter­viste a per­son­ag­gi del mon­do del­la musi­ca clas­si­ca e del­la tele­vi­sione ital­iana, oltre ad inter­viste agli artisti diCar­men, con­tribu­ti spe­ciali e immag­i­ni di back­stage trasmesse durante gli inter­val­li del­lo spet­ta­co­lo.

 

 

Parole chiave: