mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiLa Comunità del Garda chiede di fermare i Tir
In Gardesana Orientale dal 15 marzo a fine ottobre

La Comunità del Garda chiede di fermare i Tir

Si fa avanti in nome dei Comuni rivieraschi per richiedere la chiusura della Gardesana orientale ai mezzi pesanti, la Comunità del Garda. Un provvedimento sempre molto atteso, soprattutto nel periodo di maggior flusso di traffico. Ma c’è da dire che anche d’inverno, lo sfrecciare dei grossi mezzi su una strada spesso angusta, tra le case (che tremano) di tanti centri privi di una circonvallazione, è tutt’altro che ben visto.Si tratta ad ogni modo di chiedere la solita chiusura degli ultimi anni: quella che va da metà marzo (dal 15 del mese) e si prolunga a tutto ottobre, peraltro il massimo che non sia mai stato concesso. Per ottenere il divieto, serve però un provvedimento, da richiedere di volta in volta, anno dopo anno, a Roma al ministero dei lavori pubblici, e in loco al prefetto di Verona e al commissario del governo di Trento per le parti di loro competenza, nonché ai presidenti delle rispettive province. Un periodo senza Tir, ricorda la Comunità, «che in attesa della realizzazione dell’auspicata bretella di collegamento Rovereto-Riva, e quindi nella prospettiva di addivenire a quanto prima alla chiusura totale della Gardesana al traffico pesante, per tutto l’anno e per tutte le 24 ore, pare il più opportuno al fine di mediare tra i vari legittimi interessi in campo, quelli dell’economia turistica e della sicurezza dei Comuni rivieraschi». L’ente gardesano è anche disponibile a farsi carico dei problemi politici legati ai tempi di realizzazione del nuovo e più veloce collegamento con l’autostrada del Brennero. Come – si sottolinea – per ogni altro problema viario dell’area interessata.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video