Danza e Moda sulle note di Debussy e sul Bolero di Ravel: all’Anfiteatro del Vittoriale arriva la ballerina Mara Galeazzi

Al Vittoriale degli Italiani d’Annunzio’s Secrets

28/07/2022 in Danza, Mostre
Di Redazione

Al d’Annunzio Seg­re­to, un’esposizione spe­ciale per la ser­a­ta rende omag­gio al tal­en­to di Ida Rubin­stein, bal­le­ri­na e del poeta

Domeni­ca 31 luglio 2022 la dan­za arri­va al Vit­to­ri­ale degli Ital­iani: alle 21.15, l’Anfiteatro sarà infat­ti pal­cosceni­co di d’Annunzio’s Secrets,  core­ografia cre­a­ta da Mat­teo Lev­ag­gi e inter­pre­ta­ta dal­la bal­le­ri­na bres­ciana Mara Galeazzi — già Prin­ci­pal del Roy­al Bal­let di Lon­dra -, che si esi­birà nel com­p­lesso e pas­sion­ale ruo­lo di Ida Rubin­stein accom­pa­g­na­ta da due neodiplo­mati 2022 dell’Accademia di Bal­lo del Teatro alla Scala, Loren­zo Lel­li e Vin­cen­zo Romano. Even­to che si aggiunge e arric­chisce l’am­pio cal­en­dario esti­vo in pro­gram­ma al Vit­to­ri­ale, a portare l’arte e la musi­ca in un luo­go final­mente ria­per­to in tut­ti i suoi spazi e mon­u­men­ti al pub­bli­co di vis­i­ta­tori gra­zie all’­opera di Ricon­quista intrapre­sa dal Pres­i­dente Gior­dano Bruno Guerri.
Sul pal­co del Vit­to­ri­ale pren­derà così for­ma un vero e pro­prio viag­gio nel tem­po che riporterà gli spet­ta­tori al sec­on­do decen­nio del Nove­cen­to, nel­la Pari­gi ani­ma­ta dagli spet­ta­coli dei Bal­let Russ­es ai quali assis­te­vano, incan­tati, lo stes­so e il musicista Claude Debussy: i seg­reti cre­ativi, le ami­cizie e gli amori che li legarono alla cele­bre dan­za­trice e mece­nate Ida Rubin­stein, al grande Vaslav Nijn­skij, suo part­ner super­bo, e a Mau­rice Rav­el, che per lei com­pose il cele­ber­ri­mo Bolero che anco­ra oggi ci affasci­na, saran­no ripor­tati in vita da Mara Galeazzi, tra le più inter­es­san­ti dan­za­tri­ci del­la sce­na internazionale.
A coronare uno spet­ta­co­lo suoni e movi­men­ti, la Moda, che tan­ta impor­tan­za e atten­zione ebbe in quegli anni, è qui rein­ter­pre­ta­ta negli splen­di­di cos­tu­mi curati da Fed­eri­co San­gal­li, che attra­ver­so questi ricrea l’essenza del Nove­cen­to e del Lib­er­ty por­tan­doli nel­la sto­ria di oggi.
Sim­i­le ad uno spec­chio incrina­to che rifrange i suoni del pas­sato, la musi­ca di Oneo­htrix Point Nev­er (DaniLopatin) entra a fare parte del­lo spet­ta­co­lo d’Annunzio’s Secrets. Schegge di sonorità com­poste con vec­chi sin­te­tiz­za­tori che evo­cano la poten­za e l’;audacia di una mod­er­na Ida Rubinstein.
Ad antic­i­pare e intro­durre lo spet­ta­co­lo, a par­tire dalle 18, al d’Annunzio Seg­re­to si ter­rà un’an­tepri­ma spe­ciale per la ser­a­ta dell’esposizione ded­i­ca­ta a Ida Rubin­stein. Bal­le­ri­na, mimo e attrice, giunse a Pari­gi dal­la nati­va Rus­sia nel 1909 con i Bal­let­ti rus­si di Diaghilev, dove inter­pretò il ruo­lo prin­ci­pale in Cleopa­tra e She­herazade. Quan­do d’An­nun­zio la vide in sce­na, fu subito sedot­to dal suo tal­en­to: tra loro nacque una grande ami­cizia e il Vate scrisse per lei le opere teatrali Le Mar­tyre de Saint Sébastien e La Pisanelle. Ida fu anche  la cre­atrice del Bolero, per il quale com­mis­sionò la musi­ca all’am­i­co Mau­riceR­av­el. Il pro­gram­ma di ques­ta antepri­ma prevede un doc­u­men­tario e una visi­ta gui­da­ta alle fotografie esposte, a cura di Sonia Schoone­jans, cura­trice del­la mostra.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti