Elena Tavernini, diciassettenne di Remedello di Sopra, è la vincitrice del Festival del Garda

E’ una bresciana la vincitrice del Cantalgo 2000

05/09/2000 in Spettacoli
Di Luca Delpozzo

Ele­na Tav­erni­ni, dici­as­set­tenne di Remedel­lo di Sopra, è la vincitrice del . Per la pri­ma vol­ta una bres­ciana si aggiu­di­ca l’am­bito tro­feo canoro per inter­preti, com­pe­tizione giun­to alla quin­ta edi­zione e che saba­to sera a Limone ha vis­su­to il suo apice. Davan­ti ad un folto pub­bli­co e ad uno stuo­lo di autorità (in giuria oltre al sin­da­co di Limone e all’Asses­sore Risat­ti, anche l’asses­sore provin­ciale ai tur­is­mo di Bres­cia e l’asses­sore provin­ciale di Verona Davide Bendinel­li) la gio­vane stu­dentes­sa di agraria e al ter­zo anno di in pianoforte e Man­to­va, ha strap­pa­to applausi a sce­na aper­ta con l’im­pec­ca­bile inter­pre­tazione di Mi sei scop­pi­a­to den­tro il cuore note can­zone di Mina. Una vit­to­ria niti­da sep­pur risi­ca­ta nei con­fron­ti del­la cop­pia veronese tut­ta al fem­minile Sofia Mar­chiot­to e Mare Furi­an (When you believe — Carey-Hous­ton). Podio com­ple­ta­to da Mas­si­m­il­iano Cor­rà di San Boni­fa­cio (Live like hors­es — Elton John). Nul­la da fare per la pur bra­va Anna Bonomet­ti di Ron­cadelle, già terza nel­l’edi­zione dei ’98, e giun­ta quar­ta con Hero di Mari­ah Carey. Chi­udono la clas­si­fi­ca lrene Di Ded­da (Women in love — Streisand), 22 anni di Desen­zano stu­dentes­sa di Scien­ze del­l’E­d­u­cazione e Giampiero Tarzia, tren­tot­tenne di Valeg­gio (Cer­ca­mi — Zero). Nel­la sezione inedi­ti, pre­mio L’Are­na, ha vin­to con largo mar­gine Gilber­to Lamac­chi. Sposato, padre di tre figlie il can­tante di Vil­lafran­ca (Vr) ha pro­pos­to, accom­pa­g­na­to dal suo flau­to tra­ver­so, Boc­ca sala­ta, un pez­zo che rical­ca lo stile di Francesco Da Gre­gori. A Lamac­chi è anda­ta la bor­sa di stu­dio per accedere all’ac­cad­e­mia del­la musi­ca di Toscolano Umbro del mae­stro Mogol. Il pre­mio “Ami­ci di Luciano Beretta” al miglior testo per inedi­ti, alla memo­ria del­l’au­tore milanese di brani musi­cali di grande suc­ces­so (Il ragaz­zo del­la via Gluck, Sva­l­u­tatíon, tan­to per citare i pri­mi), è sta­to vin­to da Boc­ca sala­ta com­pos­ta da Antonel­lo Zeni.Nella moti­vazione del pres­i­dente di giuria Alber­to Tes­ta, can­dida­to all’Oscar nel 1999, è emer­so come “Zeni è rius­ci­to a rac­con­tare in modo biz­zarro e crudo l’asprez­za del­la vita con le sue inevitabili lotte, le sue pau­re (…) i con­tinui inci­ta­men­ti ad andare avan­ti fino ad una specie di paca­to rasseg­nazione per­ché abit­uan­dosi a sof­frire Il male non si sente più”. Una men­zione spe­ciale, sem­pre nel­l’am­bito del Pre­mio ami­ci dì Luciano Beretta, è anda­to a Dev­id Mar­torana di Iso­la del­la Scala per la sem­plic­ità e l’in­ge­nu­ità dis­ar­mante del­la can­zone ‘lo ti sposerò”. Nel­la sezione inedi­ti alle spalle di Lamac­chi si è piaz­za­to il berga­m­as­co Joseph Pro­ci­no (Briv­i­do d’es­tate) e di segui­to il toscano Rena­to Simone Dona­toni (E’ fini­to così). Lo spet­ta­co­lo di cir­ca due ore è sta­to con­dot­to con maes­tria e inna­ta sim­pa­tia da Emanuela Fogliero, la popo­lare pre­sen­ta­trice di Rete­quat­tro e ques­ta estate pro­tag­o­nista in video di pro­gram­mi di gran­di suc­ces­so, Ad infi­ammare il pub­bli­co di Limone ci ha pen­sato Mal pro­po­nen­do anche il sem­pre verde Pen­siero d’amore. Rit­mo caraibi­co affida­to alla strari­pante Cecil­ia Gayl e ai suoi quat­tro bal­leri­ni sulle note di El Pam Pam, bra­no che l’ha con­sacra­ta nel ’98 quale regi­na incon­trasta­ta del bal­lo lati­no-amer­i­cano. La show giri costar­i­cana ha poi pro­pos­to El típitípero, altro travol­gente suc­ces­so. Ha com­ple­ta­to la tri­ade di ospi­ti spe­ciali del­la ser­a­ta Fan­ny Cadeo, una del­la Veline “storiche” (edi­zione del ’94) dì Striscia la notizia. Fes­ti­val del Gar­da che ha poi pro­pos­to l’in­ten­sa voce di Elisa Antonel­li, prod@one dei Can­ta­la­go, i cor­pi di bal­lo Rernix e Gam­blers, e lo scate­na­to cabaret­tista del­lo Zelig di Giuseppe Brai­da, pro­tag­o­nista in Rai nel pro­gram­ma Una can­zone per te. Sul pal­co anche Cris­t­ian Pighi, il vinci­tore del­l’ul­ti­ma edi­zione del Fes­ti­val in Eri così bel­la. Il pre­mio del­la crit­i­ca è anda­to a Gio­van­ni Van­gi, tes­ti­mo­ni­al dei prog­et­to Homerus.