L’attesa è quasi finita e il cartellone ufficiale degli eventi è stato presentato: Calcinato si prepara ad ospitare una rassegna pionieristica dal punto di vista dell’arte e dell’ambiente.

La Boschina è…”: I 5 appuntamenti della rinascita ecologica e culturale a Calcinato

24/05/2022 in Ambiente, Attualità, Cultura
Di Redazione

La Boschi­na a Cal­ci­na­to è pronta a risveg­liar­si e a mostrare tut­ti i suoi lati più bel­li, quel­li del verde, del­la cul­tura, del­la sto­ria e del coin­vol­gi­men­to di una comu­nità intera che per cinque fine set­ti­mana si stringerà attorno alla sua area boschi­va per ren­der­la un nuo­vo pun­to di rifer­i­men­to mul­ti­dis­ci­pli­nare. Il cartel­lone degli even­ti è defin­i­ti­vo, gli artisti, locali e inter­nazion­ali, sono pron­ti a dare vita al prog­et­to “La Boschi­na è…” a par­tire da saba­to 4 giugno.

SABATO 4 E DOMENICA 5 GIUGNO, IL KAKI DI NAGASAKI”.

Si parte subito con un appun­ta­men­to spe­ciale che assume anco­ra più val­ore in un peri­o­do stori­co come quel­lo che sti­amo attra­ver­san­do: il Kaki è infat­ti l’albero che mira­colosa­mente riuscì a soprav­vi­vere alla bom­ba atom­i­ca del 1945 e che sarà l’emblema delle due gior­nate a tema nipponico.

Si com­in­cia saba­to sera alle 21:00 con la pre­sen­tazione del prog­et­to “Il Kaki di Nagasa­ki” cura­to da Francesco Folet­ti e Anto­nio De Mato­la segui­to da un omag­gio musi­cale del pic­co­lo coro del­la Boschi­na diret­to dal M° Ger­mana Men­di­ni. Chi­ude la pri­ma gior­na­ta il recital: “Arie da Madama But­ter­fly di G. Puc­ci­ni” con la pre­sen­za del­la sopra­no giap­ponese Megu­mi Akanuma.

Domeni­ca alle 11:00 sarà invece il momen­to del­la piantu­mazione del Kaki alla pre­sen­za delle autorità e degli stu­den­ti dell’Istituto com­pren­si­vo Dante Alighieri di Cal­ci­na­to. Seguiran­no alle 15:00 lezioni sull’arte del Kintsu­gi e alle 18:00 il read­ing poet­i­co-musi­cale di un testo di Gior­gio Scrof­fi a cura di Cieli Vibranti.

SABATO 11 E DOMENICA 12 GIUGNO, CELTIS AUSTRALIS E QUERCIA

Ric­co di appun­ta­men­ti il saba­to del “Celtis Aus­tralis” con una mat­ti­na­ta intera­mente ded­i­ca­ta allo Yoga e alla med­i­tazione nel bosco men­tre il pomerig­gio sarà più var­ie­ga­to con pro­poste come il Tai Chi, l’inaugurazione del­la mostra delle scul­ture in leg­no a cura di Clau­dio Caf­fet­to nel suo “Carv­ing art from wood”, un incon­tro di armo­niz­zazione con le cam­pane tibetane e un’esperienza geo poet­i­ca denom­i­na­ta “Bagliore Stel­lare” a cura di Davide Sapien­za e Francesco Garolfi.

La domeni­ca si apre con un pen­siero per i bam­bi­ni dai 3 ai 5 anni, “Nel bosco anda­ta e ritorno” con­dot­to da Lucia Tameni, a par­tire dalle ore 10:00. Il pomerig­gio invece offre tan­tis­si­mi spun­ti a par­tire dalle 15:00 con i lab­o­ra­tori artis­ti­ci, nat­u­rali e psi­co­logi­ci “Io sono Quer­cia”; a seguire appun­ta­men­ti musi­cali in cui coi ragazzi dagli 11 ai 13 anni si “creerà la musi­ca del­la Boschi­na” per poi trasfor­mar­la in dan­za alle 19:00 con l’Asd Art Bal­let di Maz­zano. Con­clu­sione del week end affi­da­ta alla ban­da musi­cale di Cal­ci­na­to, Scuo­la di musi­ca “Elia Mari­ni”, diret­ta dal M° Mar­ta Lec­chi con un “Con­cer­to per gli alberi”.

SABATO 18 E DOMENICA 19 GIUGNO, UN BOSCO A TESTA IN GIÙ E IL BOSCO DEISENSI

Ci si spos­ta all’Auditorium Berti­ni per la pri­ma gior­na­ta del fine set­ti­mana che seg­na il giro di boa del­la rasseg­na: alle 16:45 andrà in sce­na un con­cer­to del Trio Baroc­co. Alle 18:00 si tor­na in Boschi­na, nell’area bib­liote­ca, per l’incontro “A tes­ta in giù” con Milde Caf­fet­to ed Eleu­teria Are­na con­clu­so da un’esibizione di tes­su­ti aerei del­la Carousel Equipe.

La domeni­ca “dei 5 sen­si” com­in­cerà con l’odore del­la Lavan­da che per­me­t­terà di dis­til­lare il fiore e di acquistare i prodot­ti del mer­cati­no. Alle 12:30 il gus­to diven­ta pro­tag­o­nista con la degus­tazione ali­menta­re e la spillatu­ra del­la bir­ra, men­tre dalle 15:00 alle 18:00 si aprono le porte alla conoscen­za del mon­do dell’apicoltura, del pae­sag­gio sonoro e del­la natur­opa­tia a cura di Francesca Spada.

SABATO 25 E DOMENICA 26 GIUGNO, SPORT E MUSICA E “L’ALBERO DEGLI ZECCHINI D’ORO

Il saba­to del penul­ti­mo week end si apre con una cam­mi­na­ta sporti­va adat­ta a tut­ti di 3 km alle 8:30 per pros­eguire poi dalle 9:00 alle 12:00 con la Gin­nas­ti­ca Dinam­i­ca mil­itare Ital­iana, il U.S. Cal­ci­na­to ASD e il Karate. Il pomerig­gio è ded­i­ca­to ai ragazzi dai 5 ai 13 anni con gli “Audax Street Games” con istrut­tori qual­i­fi­cati; alle 17:00 bici­clet­ta­ta con parten­za dal vivaio “La lavan­da del Lago” di Ponte san Mar­co; con­clu­sione in musi­ca con il con­cer­to degli allievi del­la Scuo­la “Music And Life” alle 20:45.

La domeni­ca sarà invece impronta­ta sul tema “Pinoc­chio” a par­tire dal mat­ti­no con l’inaugurazione del­la scul­tura ded­i­ca­ta al burat­ti­no e con i lab­o­ra­tori del “Treni­no del Paese dei Baloc­chi” curati da Mirko Baz­zoli. Nel pomerig­gio, alle 15:00, pre­sen­tazione del libro di Ani­ta Trec­ca­ni “Le avven­ture di Pinoc­chio. Sto­ria di un burat­ti­no” ed espo­sizione delle illus­trazioni. Dalle 16:00 il cetaceo che inghiot­tì Pinoc­chio diven­terà pro­tag­o­nista con lo spet­ta­co­lo teatrale per famiglie “La Bale­na del­la Groen­lan­dia ha 211 anni” e con i lab­o­ra­tori di arti plas­tiche di Davide Sforzi­ni. Chiusura in musi­ca con “La Luna, l’Orchestra e la Balena”.

SABATO 2 E DOMENICA 3 LUGLIO, RICICLO, RIUSO, RECUPERO E…RESPIRO E FIORITURE

Ecolo­gia e ambi­ente al cen­tro del­la sce­na sin da saba­to con la mostra di recy­cled art tra gli alberi alle 9:00 segui­ta alle 11:00 dal Fes­ti­val del riu­so e del barat­to. Anche per i più pic­coli, 3–10 anni, sarà pre­vista nel pomerig­gio una cac­cia al tesoro eco­log­i­ca, men­tre alle 18:00 si ter­rà l’incontro “Non ali­menta­re lo spre­co” a cura del dot­tor Ange­lo Mosca.

L’ultimo appun­ta­men­to sarà una domeni­ca di “fior­i­t­ure” con il risveg­lio mus­co­lare nel­la natu­ra alle 8:30 e un lab­o­ra­to­rio kids di edu­cazione ambi­en­tale alle 10:00. Inter­es­sante incon­tro alle 17:00 denom­i­na­to “Via Dan­tis” in cui di pro­fes­sor Pietro Savol­di ipo­tiz­za “una Boschi­na come la sel­va oscu­ra e il Bosco di Dante”. Alle 20:45 sulle note del quar­tet­to d’archi di e del pianoforte si chi­ude la rasseg­na con “Il leg­no, l’anima del suolo”.

I numerosi artisti, arti­giani, edu­ca­tori e pro­fes­sori pre­sen­ti all’interno del­la rasseg­na par­lano ad una sola voce ed esp­ri­mono tut­ta la loro sod­dis­fazione: “Molti di noi sono cal­ci­nate­si e già solo il con­cet­to di una comu­nità che si mette in gio­co per il pro­prio ter­ri­to­rio ci ave­va con­vin­to a parte­ci­pare al prog­et­to del­la Boschi­na. La val­oriz­zazione di un’area abban­do­na­ta e dimen­ti­ca­ta cre­di­amo che sia il val­ore aggiun­to di ques­ta inizia­ti­va e per questo non pos­si­amo che ringraziare l’amministrazione comu­nale e Milde Caf­fet­to per l’impegno pro­fu­so nel­la real­iz­zazione di questo bel­lis­si­mo sog­no. Vi aspet­ti­amo dunque per farvi parte­ci­pare, diver­tire, ascoltare, pen­sare e fes­teggia­re insieme a noi la rinasci­ta eco­log­i­ca e cul­tur­ale del­la Boschina”.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti