I motoscafi e le Rosse protagoniste per tre giorni sul lago. Sfilata il 29 luglio a Desenzano tra centro storico e Porto Vecchio

Riva e Ferrari, accoppiata vincente del made in Italy

12/07/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Riva e Fer­rari, ovvero i due sim­boli di spic­co del made in Italy. Gli splen­di­di moto­scafi in mogano costru­iti dai cantieri di Sar­ni­co e i fiamman­ti boli­di che stan­no det­tan­do legge in For­mu­la 1 saran­no pro­tag­o­nisti dal 27 al 29 luglio nelle acque del lago di Gar­da, con base a Desen­zano. Il magi­co raduno, per­chè non ci sono altri appella­tivi quan­do si par­la di queste «fuoris­erie» su acqua e su stra­da, è al suo sec­on­do appun­ta­men­to. La promes­sa fat­ta lo scor­so anno di bis­sare la man­i­fes­tazione da Curzio Moret­ti, ideatore e reg­ista, ha trova­to non solo gli stes­si entu­si­as­mi e pro­tag­o­nisti del pri­mo suc­ces­so, ma ha anche trova­to nuovi sti­moli e nuovi sosteg­ni. Per esem­pio, le Poste ital­iane han­no con­ces­so un annul­lo spe­ciale filatelico che avrà luo­go il 28 luglio in piaz­za Malvezzi. Gli orga­niz­za­tori, da parte loro, dis­tribuiran­no gra­tuita­mente le car­to­line da affran­care con lo spe­ciale fran­cobol­lo. Ieri la man­i­fes­tazione è sta­ta pre­sen­ta­ta ed illus­tra­ta alla Vec­chia Lugana di Sirmione, alla pre­sen­za dei sin­daci di Sirmione Mau­r­izio Fer­rari e di Desen­zano Cino Anel­li, del­lo stes­so Curzio Moret­ti, del­l’asses­sore provin­ciale e di altre autorità. Sono coin­volti, a vario tito­lo, numerose cit­ta­dine: le già citate Desen­zano e Sirmione, poi Padenghe, Gar­done Riv­iera e Mon­tichiari. I moto­scafi Riva e le auto Fer­rari, ogget­ti di cul­to e di ammi­razione in tut­to il mon­do, potran­no essere toc­cati dalle migli­a­ia di tur­isti che affol­lano le local­ità riv­ierasche. Un’oc­ca­sione irripetibile, sen­za dub­bio. Cor­nice del­la tre-giorni sarà l’in­can­tev­ole por­to Vec­chio di Desen­zano. Ma i due clas­si­ci sim­boli del nos­tro made in Italy sali­ran­no sul pal­co di un’al­tra local­ità che, gra­zie al suo cit­tadi­no ono­rario, è sali­ta sul­la rib­al­ta inter­nazionale: Gar­done Riv­iera. Alcune auto e scafi saran­no pro­prio nel­la cit­tad­i­na di Gabriele d’An­nun­zio, al Vit­to­ri­ale, dove si ter­rà una visi­ta gui­da­ta all’in­ter­no del Vit­to­ri­ale e del par­co; seguirà una cena a lume di can­dela nel gia­rdi­no del­la stor­i­ca res­i­den­za. Il giorno seguente, saba­to 28, il pro­gram­ma si arric­chirà di un altro eccezionale even­to: l’evoluzione di alcu­ni jet nel cielo garde­sano. Nel pomerig­gio di saba­to è inoltre in pro­gram­ma un cor­teo di Fer­rari e di scafi Riva sul lun­go­lah­go e nelle acque di Salò e di Gar­done. Saba­to sera gran galà mon­dano in un ris­torante di Mon­tichiari, al quale seguirà la rie­vo­cazione di una notte medievale nel par­co del castel­lo Bonoris di Mon­tichiari. Terza ed ulti­ma gior­na­ta del raduno, domeni­ca 29 luglio, con passerel­la finale delle Fer­rari nel cen­tro stori­co di Desen­zano e degli scafi Riva nel por­to Vec­chio e davan­ti al lun­go­la­go. La casa di Maranel­lo ha intan­to fat­to sapere che al raduno man­derà la Fer­rari F300 cam­pi­one del mon­do di F1 del­lo scor­so cam­pi­ona­to. Ulti­ma anno­tazione: saran­no pre­sen­ti anche i vini Lugana e Vis­con­ti, due etichette ormai conosciute in tut­to il mon­do. Un pro­gram­ma, come si può ben vedere, des­ti­na­to a fare le gioie degli appas­sion­atii di moto­scafi e delle pres­ti­giose Rosse di Maranello.