«Perle» di Verdi e Puccini con la voce del tenore Kristjan Johannsson

Vittoriale, arie d’opera sotto le stelle

04/08/2000 in Spettacoli
Di Luca Delpozzo

Arie di Ver­di e Puc­ci­ni (e non solo) per gran­di artisti liri­ci. Si ter­rà domani sera, al teatro del Vit­to­ri­ale di Gar­done Riv­iera, l’atteso con­cer­to in favore dell’Associazione garde­sana per lo stu­dio e la pre­ven­zione dei tumori. Pro­tag­o­nista del réc­i­tal, inti­to­la­to «… e luce­van le stelle», il famoso tenore Krist­jan Johanns­son, una delle migliori voci dram­matiche dei nos­tri tem­pi. Accan­to all’artista islandese can­ter­an­no il sopra­no Danielle Streiff e il baritono Anto­nio Sal­vadori. Al pos­to del­la prece­den­te­mente annun­ci­a­ta Orches­tra Vir­gilius diret­ta da Gio­van­ni Andreoli, il pub­bli­co potrà ascoltare l’Orchestra filar­mon­i­ca rus­sa di Volvo­grad gui­da­ta dal mae­stro Eduard Serov. Artista dota­to di vocal­ità forte e vibrante, Krist­jan Johanns­son è guest star al Met­ro­pol­i­tan, al teatro alla Scala, alla Staat­sop­er di Vien­na ed all’Arena di Verona. In tut­to il mon­do il pub­bli­co degli appas­sion­ati d’opera ammi­ra le sue inter­pre­tazioni del reper­to­rio ver­diano e puc­cini­ano. Il con­cer­to s’inserisce nelle inizia­tive che l’Associazione garde­sana orga­niz­za, al fine di sen­si­bi­liz­zare la popo­lazione e rac­cogliere fon­di per numerose attiv­ità di stu­dio e ricer­ca. I bigli­et­ti (60mila lire per la platea e 30mila per la grad­i­na­ta) sono disponi­bili al box office del Vit­to­ri­ale (tel. 0365/296519), o alle fil­iali del­la Ban­ca Popo­lare di Verona. Il pro­gram­ma prevede: «E luce­van le stelle» (da «Tosca» di Puc­ci­ni); «Pro­l­o­go» («I pagli­ac­ci» di Leon­cav­al­lo); «Il lamen­to di Fed­eri­co» («L’Arlesiana» di Cilea); «Vis­si d’arte» («Tosca»); «Come un bel dì di mag­gio» («Andrea Che­nier» di Gior­dano); «Cor­ti­giani vil raz­za dan­na­ta» («Rigo­let­to» di Ver­di); «Recon­di­ta armo­nia» («Tosca»); «Lib­i­am nei lieti cali­ci» («Travi­a­ta» di Ver­di); «È stra­no» (da «Travi­a­ta»); «Col sangue sol can­cel­lasi» (da «La forza del des­ti­no» di Ver­di); «Un bel dì vedremo» (da «Madama But­ter­fly» di Puc­ci­ni); «Nes­sun dor­ma» (da «Turan­dot» di Puc­ci­ni); «Di Proven­za il mare e il suol» (da «Travi­a­ta»); «Mem­o­ry» di A. Lloyd Web­ber; «Musi­ca proibi­ta» di S. Gastal­don; per finire con «’O sole mio» di Di Capua. Pre­siedu­ta dal dott. Ambro­gio Colom­bo, l’Associazione garde­sana (c/c postale n. 14193254) ha sede a Desen­zano ed è atti­va sul ter­ri­to­rio da dod­i­ci anni. Sin dal­la sua fon­dazione, il sodal­izio ha pro­mosso la pre­ven­zione del tumore con varie inizia­tive. Attual­mente fra l’altro segue medici bor­sisti che fre­quen­tano cor­si di per­fezion­a­men­to nel­la diag­nos­ti­ca dei tumori e nel­la tec­ni­ca di ricostruzione del seno.

Commenti

commenti