Dal 1 al 9 luglio a Desenzano il Garda Lake International Music Master

19/06/2013 in Concerti
Di Luigi Del Pozzo

Giovani da tutto il mondo per imparare da grandi maestri

50 gio­vani promesse del­la musi­ca clas­si­ca sono attese a Desen­zano per un cor­so di alta spe­cial­iz­zazione tenu­to da con­certisti di fama inter­nazionale.

In occa­sione del Mas­ter con­feren­ze, mostre, con­cer­ti e ese­cuzioni in vari spazi del­la cit­tà per una set­ti­mana all’insegna del­la grande musi­ca.

menese1Il pri­mo luglio prende il via a Desen­zano del Gar­da il Gar­da Lake Inter­na­tion­al Music Mas­ter, un cor­so di alta spe­cial­iz­zazione stru­men­tale pro­mosso e orga­niz­za­to dall’Associazione Cul­tur­ale W.A. Mozart e dal­la locale in col­lab­o­razione con l’Amministrazione Comu­nale e l’Associazione Alber­ga­tori.

Sono atte­si 50 musicisti da ogni parte del mon­do, molti dei quali accom­pa­g­nati da gen­i­tori, data la loro gio­vanis­si­ma età, che han­no scel­to il Mas­ter desen­zanese per la pre­sen­za di pres­ti­giosi docen­ti come il mae­stro Zachar Bron, uno dei più qual­ifi­cati docen­ti di vio­li­no al mon­do e il vio­lon­cel­lista Anto­nio Mene­ses.

Tra i docen­ti figu­ra­no anche il mae­stro Luca Ranieri, pri­ma vio­la dell’Orchestra Nazionale Sin­fon­i­ca del­la Rai, che del­la man­i­fes­tazione è anche il diret­tore artis­ti­co, Pao­lo Bel­trami­ni pri­mo Clar­inet­to Solista dell’Orchestra del­la Svizzera Ital­iana, men­tre le lezioni di musi­ca da cam­era sono affidate al Quar­tet­to di Cre­mona che è reduce da una stra­or­di­nar­ia tourneé negli Sta­ti Uni­ti e in Cana­da.

QuaNuovaE’ un grande onore ospitare il Mas­ter — dice il mae­stro Alber­to Cavoli, pres­i­dente dell’Associazione Cul­tur­ale W.A. Mozart e diret­tore del­la Scuo­la di Musi­ca del Gar­da — vedere la nos­tra scuo­la fre­quen­ta­ta da gio­vani di stra­or­di­nario tal­en­to che ven­gono da 9 pae­si e come docen­ti avere qui musicisti che soli­ta­mente è pos­si­bile conoscere solo nelle sale da con­cer­to.”

Il Mas­ter per noi è anche un grande sfor­zo orga­niz­za­ti­vo ed eco­nom­i­co — pros­egue il mae­stro Cavoli — e tes­ti­mo­nia il nos­tro impeg­no costante”.