Nominato a Lonato del Garda il nuovo garante degli animali e al via il progetto “Impronta urbana”

06/06/2019 in Attualità
Parole chiave: -
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

È stato nominato il nuovo garante per il benessere degli animali: è Roberto Caccherano, residente a Montichiari, referente regionale Fisc (Federazione Italiana Sport Cinofili), assistente educatore cinofilo sportivo e responsabile anche del Centro di Cultura Cinofila degli Audaci di Montichiari.

Il garante degli animali opera in autonomia e con indipendenza di giudizio e valutazione, è nominato direttamente dal sindaco e lavorerà in stretta collaborazione con l’Ufficio Ecologia e ambiente del comune lonatese.

I suoi compiti sono molteplici: raccoglie segnalazioni e reclami su eventuali maltrattamenti di animali, tutela i diritti degli animali sulla base di norme comunali, regionali, statali e dell’Ue, monitora le condizioni degli animali nell’ambito di iniziative e competizioni sportive, opera per la tutela dell’ambiente e formula proposte nella propria sfera d’azione.

Il servizio, già presente a Lonato in passato, viene riattivato con la consapevolezza che è una importante all’interno di una comunità – sottolinea l’assessore all’Ecologia e Ambiente Christian Simonetti –. Avere un professionista dedicato alla tutela dei nostri amici a quattro zampe è un valore. Questo ci permette di essere sempre pronti in caso di segnalazioni di maltrattamenti di animali domestici e per un migliore rapporto con il dipartimento veterinario dell’Ats di Brescia».

Il garante degli animali incontrerà i cittadini di Lonato per raccogliere proposte e segnalazioni di mancato rispetto dei diritti degli animali. Roberto Caccherano riceve su appuntamento all’Ufficio Ecologia del comune, in piazza Martiri della libertà, il lunedì dalle 11 alle 13 (tel. 030 91392282).

In contemporanea prende avvio a Lonato anche il progetto “Impronta urbana” della Federazione italiana sport cinofili. Un’iniziativa che forma i proprietari a una corretta gestione del proprio cane, sopratutto in ambito cittadino, anche per contrastare il fenomeno dell’abbandono. La finalità ultima è quella di una serena convivenza tra chi ama i cani e chi non li possiede, aumentando l’accoglienza, il rispetto dei luoghi pubblici e delle regole civili (guinzaglio di misura adeguata, raccolta di deiezioni canine in luoghi pubblici, iscrizione all’Anagrafe canina, ecc.).

«L’incarico conferito al garante per il benessere degli animali – commenta il sindaco Roberto Tardani – e i nuovi progetti educativi in questo ambito rispondono a un duplice obiettivo, tutelare i diritti dei nostri amici animali e avere cani e proprietari educati, così da garantire sempre il decoro e il quieto vivere nel nostro comune».

Sono previsti prossimamente anche un paio di incontri pubblici sull’argomento.

Parole chiave: -

Commenti

commenti