Natale insieme per i Comuni lacustri di Lazise, Bardolino e Garda

Di Redazione

Tor­na la magia del vista lago con un ric­co cal­en­dario di even­ti che avver­ran­no dal 26 novem­bre 2022 all’8 gen­naio 2023 nei Comu­ni di Lazise, Bar­dolino e Gar­da: mer­ca­ti­ni, attrazioni, incon­tri e sapori per tut­ti i gusti, per tutte le età e per ogni gior­na­ta. Si spazia dal tra gli Olivi di Gar­da alla Vela del Gus­to di Bar­dolino, fino alla pista di pat­ti­nag­gio su ghi­ac­cio più grande del lago a Lazise. In tutte e tre le local­ità, per i più temer­ari, tuffi fuori sta­gione. Trait d’union sim­bol­i­co, la sec­on­da edi­zione del­la Bab­bo Lake Run, la cor­sa dei Bab­bo , sem­pre con doppia parten­za, da Lazise e da Gar­da, e arri­vo di tut­ti i parte­ci­pan­ti a Bardolino.

Bab­bo Lake Run, in mar­cia verso…il Natale. Sec­on­da edi­zione del­la Bab­bo Lake Run, domeni­ca 11 dicem­bre e parten­za uni­fi­ca­ta alle ore 10, con un fiume di parte­ci­pan­ti vesti­ti da Bab­bo ad invadere paci­fi­ca­mente le vie dei tre Comu­ni. Un momen­to fes­toso di sport e di spen­sier­atez­za in vista del San­to Natale. Due per­cor­si pre­visti, chia­mati come i ven­ti locali: La Garde­sana, di cir­ca 4 chilometri da Gar­da (lun­go­la­go Regi­na Ade­laide) a Bar­dolino, e La Vines­sa, di cir­ca 5 chilometri da Lazise (via Prà del Principe) a Bar­dolino. I trac­ciati, su strade pedonali, sono liberi da bar­riere e per­cor­ri­bili come si desidera: cor­ren­do, cam­mi­nan­do, in grup­po o sin­go­lar­mente. Sarà pos­si­bile ritornare dal pun­to di parten­za uti­liz­zan­do il servizio gra­tu­ito del­la moton­ave di Nav­i­gar­da mes­so a dis­po­sizione dal­la soci­età di nav­igazione. L’evento è orga­niz­za­to dall’Associazione Sporti­va VRM Team Asd in col­lab­o­razione con le ammin­is­trazioni comu­nali e la Fon­dazione Bar­dolino Top. Parte del rica­va­to sarà devo­lu­to ad Amo Bal­do Gar­da, Onlus per l’Assistenza Domi­cil­iare al Mala­to Onco­logi­co grave. Le pre­ven­dite apri­ran­no online dal 1° otto­bre sul sito eventbrite.it e diret­ta­mente pres­so Verona­Ma­rathon Hub in Cir­con­va­l­lazione Maron­cel­li a Verona (dal 1° novem­bre) o ai Mer­ca­ti­ni di di Lazise, Bar­dolino e Gar­da (3, 4 dicem­bre e saba­to 10 dicembre).


Lazise.
Sarà magia di nel pic­co­lo bor­go medievale di Lazise. I fes­teggia­men­ti inizier­an­no il 26 novem­bre e pros­eguiran­no fino all’8 gen­naio 2023. In tutte queste gior­nate sarà allesti­ta la più grande pista di pat­ti­nag­gio sul ghi­ac­cio del lago (600 metri) così come il tradizionale mer­cati­no natal­izio e la car­roz­za a cav­al­lo con Bab­bo Natale. Tra le mete da non perdere anche il pre­sepe artis­ti­co nel­la chieset­ta di San Nicolò e, per i più pic­coli, gli spet­ta­coli dei burat­ti­ni. Le mura, il castel­lo, porte e viot­toli immerg­er­an­no i vis­i­ta­tori in una passeg­gia­ta dall’atmosfera uni­ca. Tra i vari appun­ta­men­ti da seg­nalare, domeni­ca 27 novem­bre, la passeg­gia­ta inver­nale non com­pet­i­ti­va con il Grup­po Alpi­ni di Pacen­go. Il giorno di San­to Ste­fano, lunedì 26 dicem­bre alle ore 16, Con­cer­to del Coro Costa­bel­la nel­la Chiesa Par­roc­chiale di Lazise e, nel medes­i­mo orario, anche il Con­cer­to di Natale del­la Rober­to Zanet­ti Quar­tet alla Dogana Vene­ta. Ritro­vo poi alle 18 sul lun­go­la­go Mar­coni per un affasci­nante spet­ta­co­lo pirotec­ni­co. Domeni­ca di grande movi­men­to l’11 dicem­bre, pri­ma con la Cor­sa tra le Mura orga­niz­za­ta dall’Associazione Le Sga­mare (parten­za ore 8) e, a seguire, la Bab­bo Lake Run con i parte­ci­pan­ti vesti­ti da Bab­bo Natale. Ritiro pet­torali e ultime iscrizioni in via Prà del Principe e poi in mar­cia ver­so Bar­dolino (parten­za ore 10). Da non perdere a mez­zo­giorno l’arrivo dalle acque del lago dei gom­moni carichi di Bab­bo al Por­to Vec­chio orga­niz­za­to dal Gom­mone Club Verona.
Nel cal­en­dario natal­izio di Lazise da met­tere in agen­da il con­cer­to “Sit Laus Ple­na, Sit Sono­ra” del Coro Poli­fon­i­co Marc’Antonio Ingeg­neri alla Dogana Vene­ta il 27 dicem­bre alle 20,45. Sem­pre la Dogana ospiterà il 5 gen­naio 2023 il con­cer­to delle “Gran­di Colonne Sonore” ese­gui­te dal­la Ban­da Cit­tà di Peschiera. Il giorno dopo, ven­erdì 6 gen­naio dalle ore 14, tornerà al Por­to Vec­chio l’imperdibile Cuccagna del­la Befana. Seguirà lo spet­ta­co­lo di luci e fuo­co degli “Ordal­le­gri” e il Bru­jel, l’accensione del falò.

«Siamo feli­ci di parte­ci­pare a ques­ta inizia­ti­va dove fes­teggiamo e pro­gram­mi­amo il assieme ad altri Comu­ni: diamo pro­va di unità per­ché il lago appar­tiene a tut­ti non ai sin­daci dei sin­goli Pae­si – mette in evi­den­za il sin­da­co di Lazise, Luca Sebas­tiano -. Abbi­amo pre­vis­to degli inves­ti­men­ti per cer­care di man­tenere un’at­mos­fera natal­izia ricon­ducibile al pas­sato ma, allo stes­so tem­po, sono state pre­viste delle risorse per le famiglie bisog­nose che in questo momen­to non si trovano in buone con­dizioni per i rin­cari e quan­t’al­tro. Per Lazise è, quin­di, un di par­ti­co­lare riguar­do anche alle famiglie in dif­fi­coltà». Incalza Ele­na Buio, asses­sore alle Man­i­fes­tazioni di Lazise: «Il Natale 2022 tor­na final­mente ad essere un peri­o­do sen­za restrizioni e Lazise si veste dei col­ori delle feste con i gran­di alberi e le proiezioni sui mon­u­men­ti prin­ci­pali. Da non perdere anche i mer­ca­ti­ni con più di cen­to espos­i­tori, gli spet­ta­coli e la grande pista di pat­ti­nag­gio sul ghi­ac­cio. Quest’anno le feste di Natale van­no a chi­ud­ere una sta­gione tur­is­ti­ca più che sod­dis­facente, che ha atti­ra­to centi­na­ia di migli­a­ia di per­sone. Anche quest’anno un’unica con­feren­za stam­pa per i tre comu­ni ader­en­ti: sim­bo­lo di unione sono anche, per il sec­on­do anno, le corse dei bat­tel­li di Nav­i­gar­da che unis­cono, non solo sim­boli­ca­mente, i mer­ca­ti­ni inver­nali del lago».

Bar­dolino. Dal 26 novem­bre all’8 gen­naio 2023 il lun­go­la­go e il cen­tro stori­co di Bar­dolino indosser­an­no i col­ori del Natale per accogliere migli­a­ia di vis­i­ta­tori. Par­co Car­rara Bot­tag­i­sio si trasformerà in un vil­lag­gio natal­izio per famiglie con cas­cate di luci alte fino a sei metri, ospiterà la pista di pat­ti­nag­gio sul ghi­ac­cio (tut­ti i giorni dalle 10 alle 19, ingres­so a paga­men­to con noleg­gio pat­ti­ni) e vedrà in fun­zione la ruo­ta panoram­i­ca alta 30 metri e il treni­no natalizio.
La tradizionale gios­tra cav­al­li, la slit­ta di Bab­bo Natale inter­at­ti­va e la Casa del­lo Speck ani­mer­an­no, invece, Piaz­za del Por­to. Sul­la con­ca del lun­go­la­go decine di realtà atten­ta­mente selezion­ate pro­por­ran­no i prodot­ti di alta qual­ità: dall’enogastronomia tradizionale all’artigianato locale, pas­san­do per l’originalità degli arti­coli natal­izi home-made. Lun­go­la­go Lenot­ti tornerà ad ospitare 35 aziende accu­rata­mente selezion­ate per il mer­cati­no di Natale con le carat­ter­is­tiche casette in leg­no in stile tirolese, tra queste, i ris­tora­tori del­la Degustibus di Bar­dolino. Da non perdere la rasseg­na dei pre­sepi dal mon­do, dal 26 novem­bre al 29 gen­naio, all’interno del­la Chiesa medievale di San Severo in Bor­go Garibal­di, un cap­ola­voro architet­ton­i­co che diven­terà scenografia di decine di instal­lazioni prove­ni­en­ti da ogni parte del piane­ta. Proiezioni dell’artista Ben Peretti sul­la crip­ta. Ver­rà poi ripro­pos­ta la posa di due pre­sepi som­mer­si nelle acque anti­s­tan­ti il por­to a Cisano (domeni­ca 4 dicem­bre) e a Bar­dolino (lunedì 6 dicem­bre) a cura del­la Gas Div­ing School, asso­ci­azione di sub­ac­quei già pro­tag­o­nisti dell’iniziativa a sfon­do eco­logi­co Fon­dali Puli­ti. Tra le novità la Vela del Gus­to, un’area food cop­er­ta e riscal­da­ta che ogni week­end pro­por­rà degus­tazioni a tema: i sapori del Bal­do Gar­da, i sapori del­la Pia­nu­ra veronese, radic­chio da gustare e sapori tipi­ci verone­si. Rasseg­na teatrale var­i­opin­ta con appun­ta­men­ti anche di dan­za, musi­ca e spet­ta­co­lo a fir­ma dell’Accademia DITea­mus al teatro Coral­lo di Bar­dolino. Capo­dan­no con la musi­ca travol­gente dell’Al‑b band nel­la ten­sostrut­tura di Par­co Car­rara Bot­tag­i­sio e il ben­venu­to al 2023 nel­la mat­ti­na del 1° gen­naio 2023 con i tuffi dei Can­ot­tieri Bardolino.

«Il Natale a Bar­dolino è, innanz­i­tut­to, un appun­ta­men­to che vor­rei dedi­care alla comu­nità bar­do­linese — il com­men­to del sin­da­co di Bar­dolino, Lau­ro Sabai­ni -, un modo per ringraziare i cit­ta­di­ni per la parte­ci­pazione e l’impegno che met­tono sul ter­ri­to­rio attra­ver­so le asso­ci­azioni di volon­tari­a­to, il lavoro, la tutela del pae­sag­gio e in gen­erale l’amore ver­so la pro­pria ter­ra. Per questo, nel con­teni­tore cre­ato dal­la Fon­dazione Bar­dolino Top, trovano spazio anche momen­ti di forte coe­sione e con­di­vi­sone sociale come il Natale delle Asso­ci­azioni per pre­mi­are i volon­tari e gli sportivi, l’arrivo di San­ta Lucia per i più pic­coli, gli auguri natal­izi con i cit­ta­di­ni a Palaz­zo Gel­met­ti, sede munic­i­pale. Come ammin­is­trazione comu­nale aus­pichi­amo che l’evento si con­fer­mi come nelle scorse edi­zioni: un pic­co­lo gioielli­no natal­izio da por­tar­si a casa uni­ta­mente agli sce­nari da favola che Bar­dolino ogni vol­ta regala». A fare da eco il pres­i­dente del­la Fon­dazione Bar­dolino Top, . «Nonos­tante le incertezze di questo peri­o­do abbi­amo comunque volu­to pro­porre il for­mat clas­si­co degli anni pas­sati aggiun­gen­do anche nuovi ele­men­ti, come il numero delle casette di degus­tazione e la Vela del Gus­to. La visione è ten­ten­nante per­ché molti alberghi, soli­ta­mente aper­ti nel peri­o­do natal­izio, rester­an­no chiusi e quin­di preve­di­amo l’ap­por­to del tur­ista straniero net­ta­mente infe­ri­ore. Con­fidi­amo, però, sul­l’af­flus­so dei vis­i­ta­tori di prossim­ità, dal­la cit­tà e dall’entroterra. In ogni caso, per noi la bandiera del Natale res­ta ben pianta­ta e si guar­da avan­ti con una visione di investimento».

Gar­da. Il Natale tra gli Olivi di Gar­da par­tirà ven­erdì 25 novem­bre e pros­eguirà fino all’8 gen­naio 2023. Tra le tappe da non perdere in una delle des­ti­nazioni del roman­ti­cis­mo per eccel­len­za, il Vil­lag­gio di Natale in Piaz­za del Munici­pio con la Caset­ta di Bab­bo Natale (aper­ta tut­ti i ven­erdì, saba­to e domeni­ca e nei giorni fes­tivi con attiv­ità per bam­bi­ni), il maestoso e scin­til­lante Albero di Natale e la Caset­ta del­la Benef­i­cen­za che ospi­ta varie asso­ci­azioni di volon­tari­a­to. Da non perdere anche il Bor­go del Gus­to sul Lun­go­la­go Regi­na Ade­laide, strut­tura instal­la­ta per accogliere gli ospi­ti a pran­zo e a cena e, ogni fine set­ti­mana, con temi gas­tro­nomi­ci diver­si: la polen­ta di Verona (25 – 27 novem­bre), il Monte Bal­do in tavola (2 – 4 dicem­bre), l’immancabile pesce del lago di Gar­da (7 — 11 dicem­bre) e il radic­chio rosso di Verona (16 – 18 dicem­bre). Durante la set­ti­mana all’interno del­la ten­sostrut­tura ver­ran­no accolte le Asso­ci­azioni del Ter­ri­to­rio; all’esterno, le tipiche Casette delle Asso­ci­azioni pro­por­ran­no appeti­tose spe­cial­ità da asporto. Dall’8 dicem­bre all’8 gen­naio un mese di alles­ti­men­to per il Pre­sepe del Bor­go (Par­co del­la Rimem­bran­za e Lun­go­la­go Regi­na Ade­laide) a cura dei Volon­tari del Pre­se­pio del Borgo.

La mara­tona natal­izia di Gar­da aprirà, quin­di, il 25 novem­bre con una cer­i­mo­nia inau­gu­rale e accoglien­za autorità del­la gemel­la­ta cit­tad­i­na bavarese di Beil­ngries. Il pomerig­gio del giorno suc­ces­si­vo, spet­ta­co­lo “Spir­i­ti in tem­pes­ta” con tram­polieri itin­er­an­ti per le vie del paese vesti­ti di abiti lumi­nosi e attrezzi di fuo­co. Altro spet­ta­co­lo itin­er­ante con la musi­ca degli Zam­pog­nari, in pro­gram­ma saba­to 3 dicem­bre. Il giorno suc­ces­si­vo toc­cherà invece allo spet­ta­co­lo di cir­co con­tem­po­ra­neo “Luna di Caf­fè”, teatro di stra­da, ad alli­etare i vis­i­ta­tori in Piaz­za del Munici­pio. Nel­la vola­ta fes­tosa ver­so il Natale da met­tere in agen­da anche il con­cer­to in piaz­za delle melodie dei più cele­bri brani natal­izi e le intra­montabili colonne sonore delle fiabe, ven­erdì 9 dicem­bre, con “We wish You a muf­fin Christ­mas” e lo spet­ta­co­lo itin­er­ante del­la March­ing Band con musicisti vesti­ti da Bab­bo Natale di saba­to 10 dicem­bre. Spe­ciale San­ta Lucia…passando da Gar­da il 12 dicem­bre e ser­ate a scopo benefi­co: “Gar­da for Ucraina” in com­pag­nia di gio­vani artisti garde­sani, ven­erdì 16 dicem­bre, e “Segui la cometa”, giovedì 22 dicem­bre, a cura dell’associazione cul­tur­ale Rugan­ti­no sem­pre al Cen­tro Con­gres­si. Per i più pic­coli da non perdere l’incontro con Bab­bo Natale e le sue elfe nel­la loro caset­ta in piaz­za del Munici­pio per foto in com­pag­nia, giochi e truc­cabim­bi. Pro­pos­ta di San Sil­ve­stro a Gar­da al Padiglione dei Sapori su prenotazione.

«Come ogni anno Natale tra gli Olivi offre tan­tis­sime occa­sioni di incon­tro e con­di­vi­sione per per­sone di tutte le età – le parole del sin­da­co di Gar­da, Davide Bendinel­li -. Vogliamo che sia un’occasione per stare insieme, diver­tir­si e per godere del­lo sce­nario mer­av­iglioso che il nos­tro lago ci regala anche in inver­no. Un’attenzione par­ti­co­lare quest’anno sarà riv­ol­ta alle per­sone in dif­fi­coltà. Non pos­si­amo, come ammin­is­tra­tori, igno­rare che a causa dell’aumento dei prezzi dell’energia molte famiglie stan­no attra­ver­san­do un momen­to com­pli­ca­to. Noi, come già annun­ci­a­to, rin­uncer­e­mo a buona parte delle lumi­nar­ie abit­u­ali. Un gesto che riten­go di rispet­to. Con i sol­di risparmiati fare­mo fronte alle situ­azioni di emer­gen­za». «La 23° edi­zione del Natale tra gli Olivi è l’espressione del nos­tro impeg­no costante nell’ospitalità, accoglien­za e con­di­vi­sone anche con i nos­tri concit­ta­di­ni — pros­egue l’assessore al Tur­is­mo e alle Man­i­fes­tazioni del Comune di Gar­da, Gio­van­na Rizzi -. La scelta degli spet­ta­coli che carat­ter­iz­zano il fol­clore del­la man­i­fes­tazione è sta­ta affi­da­ta ad artisti itin­er­an­ti con il pre­ciso scopo di far per­cepire la vic­i­nan­za e la parte­ci­pazione alla man­i­fes­tazione a tut­ti, in ogni via a tutte le case del cen­tro stori­co e a tutte le attiv­ità che riman­gono aperte in questo peri­o­do nonos­tante le crit­ic­ità che tut­ti noi sti­amo attra­ver­san­do e che anche l’amministrazione ha con­sid­er­a­to durante la pro­gram­mazione degli even­ti».

Commenti

commenti